Home Europa Cosa vedere a Colmar, Francia: scopri il paese delle favole

Cosa vedere a Colmar, Francia: scopri il paese delle favole

da Rita F.
8 commenti
cosa-vedere-a-colmar

Colmar è una delle città più pittoresche di Francia: graziose casette colorate, ponti fioriti, canali e barchette, l’aria che profuma di dolci appena sfornati.

Colmar sembra una città incantata, sei pronto per un viaggio all’interno di una favola?

Qui leggerai cosa vedere a Colmar, ti parlerò sia degli angoli più fotografati e instagrammati, sia dei monumenti storici, con gli indirizzi esatti delle case più belle.
Troverai tutte le informazioni per organizzare un itinerario a Colmar, perfetto da fare in un giorno e una mappa da scaricare.
E poi cosa vedere nei dintorni di Colmar (i borghi d’Alsazia sono magia!), quando andare e come arrivare.

INDICE

colmar-francia
Colmar, Francia: la vista dal ponte in Rue des Ecoles

Dove si trova Colmar, Alsazia, Francia


Colmar si trova in Francia, in una zona del nord-est, al confine con la Germania, che prende il nome di Alsazia.

L’Alsazia è un’area storico-culturale ben definita. Per secoli è stata terra di grandi battaglie e oggetto di contesa tra Germania e Francia: perciò in Alsazia si fondono tradizioni francesi e tedesche che la rendono unica verso il resto della nazione.

Colmar si trova nella parte centro-meridionale dell’Alsazia, ha circa 70.000 abitanti ma il centro storico è raccolto, più che una città sembra un borgo.

Colmar è a circa mezz’ora d’auto dal confine con la Germania e a poco più di un’ora da Strasburgo. Sorge ai piedi dei monti Vosgi, tra pittoresche colline ricoperte di vigneti, lungo la famosa Route des Vins, la Strada dei Vini dell’Alsazia.
Dal punto di vista amministrativo, invece, siamo nel dipartimento dell’Alto Reno.

Cosa vedere a Colmar, Francia: itinerario a piedi


L’attività più bella e piacevole da fare a Colmar è proprio passeggiare per le vie del centro storico.

Passo dopo passo entrerai nel cuore medievale della città, tra casette colorate che sembrano costruite apposta per stupire e capolavori di architettura gotica.
Nei vicoli sarai inebriato dal profumo di torte e biscotti appena sfornati. Una sensazione che accomuna tutti i borghi dell’Alsazia, a cui sarà davvero difficile resistere!

Questo itinerario lo puoi percorrere a piedi in un giorno.

colmar-come-arrivare
Colmar, vista dal Ponte lungo Rue Turenne

Cosa vedere a Colmar: le case a graticcio o Maison à Colombages

A Colmar le case a graticcio sono una delle attrazioni principali, da osservare e da scoprire in ogni dettaglio. Hanno colori pastello o più vivaci, balconi e scuri impreziositi da intagli, decori alle pareti che cambiano durante le stagioni.
Le case a graticcio sono talmente belle che sono tutte da fotografare!

Cosa sono le case a graticcio

Le case a graticcio (o a traliccio) hanno la struttura portante formata da grandi travi di legno a vista e terminano con un tetto spiovente.
Le travi che formano l’intelaiatura sono disposte in senso orizzontale, verticale ed obliquo, ad esse se ne aggiungono altre a scopo solo decorativo: tutte insieme creano l’effetto tipico di queste abitazioni.

Le case a graticcio sono diffuse in Europa Centrale, soprattutto in Germania e Francia, nella zona dell’Alsazia. Se ne trovano anche in Polonia, Belgio, Inghilterra e Svizzera.

case-a-graticcio
Colmar, Francia: case a graticcio

Cosa vedere a Colmar: la Petite Venise

Io sono partita dalla zona della Petite Venise, il cuore di Colmar che, come in un sogno ad occhi aperti, ti catapulta subito in in un’atmosfera incantata.

Come a Venezia, la vita della Petite Venise di Colmar, scorre proprio lungo un canale, La Lauch. Si passeggia lungo il fiume tra case a graticcio, piazzette, piccoli negozi e bistrot.

Alla sera i lampioni si accendono e riscaldano, ancora di più, un paesaggio già suggestivo. Quando inizia a far freddo, le strade si svuotano e ci si rintana nelle winstube alsaziane, tra legno e tovaglie a quadretti rossi, oppure nei ristorantini romantici che si affacciano sull’acqua.

Come in una piccola Venezia, anche a Colmar potrai navigare lungo il canale, salendo su una barchetta di legno a fondo piatto. Un’esperienza a filo d’acqua, per ammirare la città da una prospettiva insolita, e ripercorrere il viaggio che una volta facevano i contadini per portare frutta e verdura al mercato.
Le barche partono dal Pont Saint Pierre (il ponte sul fiume lungo l’omonimo boulevard) oppure dalla Winstub La Krutenau, vicino al ponte lungo Rue Turenne. La gita in barca dura circa 30 minuti e il costo del biglietto è di 6 euro.

colmar-cosa-vedere
Colmar, Francia: la Petite Venise

I ponti più belli di Colmar in Alsazia


Tra la zona Petite Venise e i vicini quartieri, sono tre i ponti più fotografati e instagrammati che proprio non puoi perdere: ringhiere fiorite, scorci meravigliosi dove si susseguono senza sosta coloratissime case che, come se non fosse già sufficiente, si riflettono nell’acqua e moltiplicano la loro bellezza.

Sarà difficile allontanarsi da questi ponti e smettere di scattare foto!

Ecco i ponti da non perdere a Colmar:

  • Ponte sul fiume lungo Rue Turenne, punto di partenza anche delle barche che solcano il canale a caccia di panorami insoliti;
  • Ponte sul fiume lungo Rue des Ecoles, con una concentrazione altissima di case a graticcio;
  • Ponte sul fiume lungo Rue des Tanneurs, in angolo col mercato coperto, tra il quartiere che era dei pescatori e quello dei conciatori.

Dopo aver visto il ponte lungo Rue Turenne puoi seguire Rue de la Poissonnerie ed a pochi passi incontrerai anche gli altri due.

colmar-alsazia-petite-venise
Colmar Alsazia: vista dal Ponte lungo Rue des Tanneurs

Cosa vedere a Colmar: Quai de la Poissonnerie, il quartiere dei pescatori

Ti avviso, potresti avere un problema: lungo Rue de la Poissonnerie non saprai dove guardare, sono infinite le case a graticcio che ti ruberanno l’attenzione (e il cuore!) con le loro facciate decorate e i colori inaspettati.

Qui sei nel Quai de la Poissonnerie, il vecchio quartiere dei pescatori, tra i più suggestivi di Colmar. Un tempo nelle case veniva immagazzinato il pescato e poi, sulla riva del fiume, al mattino presto, si svolgeva l’asta del pesce.

Sul lato opposto si trova il Marché Couvert, un edificio che risale al 1865.
All’interno i commercianti vendono prodotti freschi: frutta, verdura, carne e pesce. E poi tante specialità locali: vini, formaggi, bretzel, pane e dolci.
Il mercato coperto ha una bella terrazza esterna, ideale per assaggiare tutte le leccornie con vista sul fiume.

colmar-alsazia-canali
Colmal in Alsazia, il mercato coperto sulla destra, visto dal Ponte Lungo Rue des Tanneurs

Cosa vedere a Colmar: Quai des Tanneurs, il quartiere dei conciatori

Se segui Rue des Tanneurs lascerai il quartiere dei pescatori ed entrerai nella zona che era abitata dai conciatori di pelli.
Qui le case avevano un’importanza fondamentale durante le fasi della lavorazione: il piano terra era utilizzato per la preparazione del pellame e i piani superiori per l’asciugatura dei prodotti.

Dopo il ponte, incontrerai una maison che ti catturerà lo sguardo: è quella in cui si trova la Brasserie des Tanneurs. Una parete gialla decorata con grandi cuori rossi, galli e biciclette. All’interno un ristorantino tipico in legno, con grosse travi a vista e tovagliette a quadri rossi. La casa si trova in Rue de Tanneurs al n 12.

colmar-francia-immagini
Cosa vedere a Colmar: la bella casa dove si trova la Brasserie des Tanneurs

A pochi passi sorge Maison au Pèlerin, una casa rosa, alta e stretta, con il tetto spiovente e una preziosa insegna in ferro battuto con un pellegrino. L’indirizzo è Grand Rue n.15, nei pressi di Place de l’Ancienne Douane.
La casa è sempre decorata con fiori alle finestre, oppure, durante il periodo natalizio, con stelle e luci. Proprio davanti è allestito un albero di Natale.

colmar-immagini
Colmar, cosa vedere: Maison au Pèlerin

Siamo in zona Grand Rue, una delle vie principali di Colmar, dove si alternano case a graticcio, edifici storici, negozi e ristoranti. Sbircia tra i vicoli più stretti, c’è sempre qualcosa da scoprire.

Lungo questa via si apre Place de l’Ancienne Douane con la costruzione più antica della città.
L’edificio ospitava la vecchia Dogana, Koïfhus, e risale alla fine del 1400. Al piano terra ci sono i magazzini che servivano per stoccare le merci e gli uffici per tassare i prodotti in arrivo e in partenza, il piano superiore è dedicato alla sala per le riunioni più importanti.

L’itinerario a piedi per Colmar prosegue lungo Rue des Marchands.

Colmar cosa vedere: maisons, musei e cattedrali

In Rue des Marchands al n. 52, si trova la maison “Au Vieux Pignon”, un’antica casa a graticcio che risale al 1588, famosa per le sue splendide decorazioni. In estate la facciata è decorata con tantissimi fiori e grandi cuori alle finestre, in inverno compaiono orsi, fiocchi e pacchi regalo.

Al piano terra c’è un negozio di souvenir: orologi a cucù, casette di Colmar in miniatura, cicogne pupazzo (le cicogne sono tipiche di questa zona e in estate ne vedrai tantissime), decorazioni a forma di pan di spezie e altri mille oggetti che attirano l’attenzione. Sì, anch’io sono entrata e non ho saputo resistere!

colmar-alsazia
Visitare Colmar in Alsazia: Maison au vieux pignon



Poco dopo, al n 11 di Rue des Marchands, vedrai la Maison Pfister.
La Maison Pfister è un’antica casa, in pietra e legno, che risale al 1537 ed è tra gli edifici storici più interessanti di Colmar. La casa ha una struttura molto particolare: una torretta ottagonale, due balconate a loggia in legno che corrono lungo le facciate e muri dipinti con scene bibliche e profane. Il nome Pfister appartiene alla famiglia che curò il restauro della casa alla fine del 1800.

colmar-pfister
Colmar, cosa vedere: Maison Pfister

Sempre su Rue des Marchands, ma sul lato opposto, incontrerai la Casa Museo Bartholdi.
Auguste Bartholdi è stato uno scultore francese nato a Colmar, conosciuto in tutto il mondo per aver progettato la Statua della Libertà di New York.
La sua casa è stata trasformata in museo ed all’interno ci sono sculture, disegni, fotografie e dipinti. Un’ area è dedicata al racconto della ideazione della Statua della Libertà e della sua installazione.

Nel 2004, per celebrare il centenario della morte di Bartholdi, alle porte di Colmar è stata costruita una copia della Statua della Libertà alta 12 metri. La statua si trova in una rotonda al n 45 Route de Strasbourg, vicino al piccolo aeroporto.
Per visitare la Casa Museo Bartholdi qui trovi costi dei biglietti di ingresso e orari.

Adesso mancano davvero pochi passi alla Place de la Cathedral e alla Collegiale di Saint Martin.
La Collegiata di San Martino o Cattedrale di San Martino è l’edificio religioso più importante di Colmar. Vedrai com’è imponente! E’ una chiesa in stile gotico, in pietra dal colore giallo-ocra, che risale al 1200. L’esterno è elegante, con alte e strette finestre e portali ricamati. L’interno è scuro e la luce filtra dalle grandi vetrate.

Proseguendo lungo Rue des Serruriers, dopo avere superato un’altra chiesa gotica, l’Eglise des Dominicains, si arriva alla Maison des Têtes.
E il nome di questa casa, al n 19 Rue des Têtes, non poteva essere più appropriato: è decorata con 106 teste. E’ un monumento storico costruito nel 1600 e le teste sono scolpite sulla facciata, sui balconi e sulle finestre. All’interno, oggi, si trova un elegante hotel ed un ristorante.

colmar-maison-des-testes
Cosa vedere a Colmar: la Maison des Tetes

Ancora pochi passi e siamo al Museo Unterlinden, in Place des Unterlinden, il museo più famoso di Colmar.
Mi è subito piaciuta la sua collocazione: non in un edificio asettico, ma all’interno di quello che fu un convento di monache Domenicane del XIII secolo. Le sale sono disposte a più livelli intorno ad un antico chiostro di stile gotico.

Il museo di Unterlinden accoglie importanti collezioni molto eterogenee tra loro: reperti archeologici di età neolitica, pitture e sculture che vanno dal Medioevo al Rinascimento, opere di arte moderna di Monet, Renoir e Picasso.

In una luminosa cappella gotica dell’ex monastero è esposto il pezzo più famoso: la Pala d’Altare di Issenheim, realizzata nel XVI secolo da Matthias Grünewald. L’opera è composta da più pannelli dipinti con colori molto intensi. Alcuni pannelli sono fissi, altri removibili, per avere più combinazioni di immagini ed essere usati in diverse funzioni religiose. Per la sua bellezza l’opera è stata anche definita “La Cappella Sistina dell’Europa del Nord”.

Il costo del biglietto per il Museo di Unterlinden è di 13 euro per adulto, per sconti e orari ti consiglio di controllare direttamente sul sito del museo.

colmar-musee-unterlinden
Visitare Colmar, Francia: il Museo Unterlinden

A Colmar puoi visitare anche un museo dedicato alla storia del giocattolo ed alla sua evoluzione dal ‘900 ad oggi.
Si passa dalle bambole di porcellana alla Barbie, dalle piste per i trenini alle costruzioni lego, dai robot giapponesi degli anni ’80 ai primi videogiochi. Un bel salto tra i ricordi dell’infanzia! Alcuni giocattoli si possono anche utilizzare e provare.

Il museo del giocattolo è in Rue Vauban n 40. Per il costo del biglietto e orari di apertura puoi consultare qui il sito del museo.

Cosa fare a Colmar a Natale: visitare i mercatini natalizi di Colmar, date, orari e dove sono in città

A Natale Colmar si veste a festa. Le case cambiano addobbi e arrivano renne, orsi e grandi pacchi regalo. Per le vie compaiono alberi di Natale, tante casette in legno, lucine scintillanti e l’aria profuma di vin brulè e pan di spezie.

A Colmar non c’è solo un mercatino di Natale, ce ne sono ben sei in varie zone della città.

Ecco dove si trovano i mercatini di Natale a Colmar:

Mercatino di Natale di Colmar in zona Petite Venise, in Place des 6 Montagnes Noires, dedicato soprattutto ai più piccoli. Abbondano giocattoli in legno e dolciumi, c’è un presepe meccanico e una grande giostra con cavalli. Qui si trova la buca della posta per scrivere una letterina a Babbo Natale.

Mercatino di Natale di Colmar al coperto: presso Koifhus, il palazzo della vecchia dogana: per trascorrere un po’ di tempo al riparo dal freddo. Troverai vari oggetti artigianali e potrai assistere alla loro creazione: al piano superiore sono all’opera intagliatori, mastri vetrai, falegnami e ceramisti.

Mercatino di Natale di Colmar in Place des Dominicains, di fianco alla Chiesa dei Domenicani con circa 60 casette colme di oggetti di artigianato alsaziano. E’il luogo perfetto per acquistare addobbi natalizi: candele, incenso, ghirlande, statuine per il presepe, palline per l’albero di Natale, qui la scelta è infinita!

Mercatino di Natale di Colmar in Place de l’Ancienne Douane con circa 50 bancarelle disposte intorno alla fontana nel cuore storico di Colmar, è tra i mercatini più grandi in città. Qui si trova di tutto: dai souvenir più classici ai prodotti di artigianato, prodotti gastronomici e tanti dolciumi.

Mercatino di Natale di Colmar in Place Jeanne D’Arc: dedicato soprattutto alla tradizione enogastronomica dell’Alsazia: biscotti, torte e dolciumi, liquori, vini e birre natalizie, foie gras, formaggi e salumi. Ideale per un souvenir goloso.

Mercatino di Natale in Place de la Cathedral, dedicato ai palati gourmand, a chi vuole assaggiare piatti preparati da famosi chef. Possibilità di degustare subito, sul luogo, oppure da asporto.

Quando ci saranno i mercatini di Natale a Colmar nel 2021?
Ecco le date.
I mercatini di Natale di Colmar quest’anno saranno aperti dal 26 novembre 2021 al 29 dicembre 2021. Tutti i giorni dalle ore 10:00 alle 22:00.

mercatini-natale-colmar
Colmar, decorazioni

Cosa vedere nei dintorni di Colmar: escursioni in Francia e in Germania

Se ti stai chiedendo cosa vedere a Colmar e dintorni, sappi che l’Alsazia riserva tante belle sorprese.
Ho trascorso una settimana in Alsazia e ho scoperto favolosi piccoli borghi con le case a graticcio.

Entro una distanza di circa 20 km da Colmar ti suggerisco: Riquewihr, Ribeauvillé, Kaysesberg e Eguisheim
E poi aggiungo Bergheim, che nessuno menziona, dove passeggiare in tutta tranquillità perché è fuori dai maggiori circuisti turistici.
Quello che riuscirai a vedere vicino a Colmar dipenderà dal tempo a tua disposizione.

Andando più a nord, a circa 70 km da Colmar, Strasburgo merita almeno una giornata intera. Tra i suoi punti di forza: la splendida cattedrale gotica di Notre-Dame (con un fantastico orologio astronomico) e la zona della Petite Venise, tra canali e case a graticcio,
Altri graziosi villaggi nei dintorni sono Obernai, Rosheim e Mittelbergheim, quest’ultimo arroccato sul cocuzzolo di un monte.

Se vuoi cambiare nazione, dirigiti in Germania, a Friburgo in Brisgovia, che dista da Colmar solo 50 km. I suoi vicoli pittoreschi, le vecchie porte di accesso alla città e i palazzi d’epoca per me sono stati una sorpresa inaspettata!

Dove dormire a Colmar e quale zona scegliere

Se stai leggendo qui, molto probabilmente hai deciso di organizzare un viaggio in Alsazia e ti stai chiedendo dove dormire a Colmar e qual è la zona migliore dove cercare l’hotel o l’appartamento.

Per prima cosa, se riesci, prenota in anticipo, Colmar è una città molto gettonata. Le sistemazioni con il miglior rapporto qualità-prezzo sono sempre le prime ad essere occupate.

Io ti consiglio di dormire nel centro di Colmar, in zona Petite Venise, o comunque a una distanza che ti permetta di raggiungerla facilmente a piedi. Per questi motivi:

  • La Petite Venise ha un’altissima concentrazione di case a graticcio ed è un incanto, è la zona più attraente della città.
  • Colmar è una città molto affollata. Se dormi in centro puoi uscire presto la mattina, o tardi la sera, e scoprire le vie più belle con pochissimi passanti. Io ho fatto proprio così, sono riuscita a godermi gli scorci più famosi (quasi) in solitaria. A volte basta davvero poco per vivere un luogo con un’atmosfera differente e più suggestiva. Le ore centrali della giornata sono molto affollate, arrivano in città i tour organizzati e tante persone che soggiornano altrove.

A Colmar ho dormito all’Hotel Le Colombier, a due passi da un magnifico ponte fiorito lungo Rue Turenne.
La camera era all’ultimo piano di una casa a graticcio, ristrutturata e poi arredata in stile moderno, con ogni comfort. Pareti spioventi, travi a vista e luminosi abbaini da cui sbirciare la città.
Al piano terra una saletta per la colazione dove assaggiare croissant e pain au chocolat appena sfornati.

Quando andare a Colmar, scegli il momento migliore

Se ti stai chiedendo quando andare a Colmar, la mia risposta è: “sempre!”
Colmar è un paese così suggestivo e fiabesco che ogni momento è quello giusto.

Ogni periodo dell’anno ha però caratteristiche diverse.

In primavera e in estate sbocciano i colori, finestre e ponti fioriti accompagneranno ogni tuo passo. L’aria si riscalda e le giornate diventano più lunghe, avrai più tempo a disposizione per visitare la città. C’è un ricco calendario di feste tra i borghi.

In autunno le vigne sulle colline intorno a Colmar dipingono il paesaggio di rosso e di sfumature dorate. E’il momento della vendemmia, delle feste di paese e del vino novello. E’il periodo perfetto se ami i colori del foliage.

In inverno, le temperature sono più rigide ma si accende tutta la magia del Natale. Luci, alberi addobbati, stelle scintillanti, mercatini natalizi e la neve che fiocca rendono la visita di Colmar un’esperienza indimenticabile.

colma-francia- petite-venise
Colmar Alsazia: ponti fioriti

Come arrivare a Colmar(Francia) in auto, aereo, bus e treno

Raggiungere Colmar in auto

L’auto è il mezzo migliore per arrivare a Colmar. Non ti servirà per vedere il centro storico della città ma sarà utilissima per visitare gli altri splendidi borghi dell’Alsazia, e magari fare anche una tappa in Germania.

Per darti un’idea delle distanze:

  • Milano – Colmar: 400 km per 5 ore e 20 minuti
  • Torino – Colmar: 470 km per 5 ore e 30 minuti
  • Venezia – Colmar: 660 km per 7 ore e 15 minuti
  • Roma – Colmar: 970 km per 10 ore e 20

Per raggiungere Colmar, che si trova in Francia, si attraversa la Svizzera e occorre un contrassegno, chiamato vignetta. In Svizzera, a differenza nostra, non ci sono i caselli autostradali. La vignetta è una tassa (per autostrade e semi autostrade) per veicoli e moto, ha un costo fisso annuale (è valida dal 1° dicembre dell’anno precedente a quello stampato sul contrassegno fino al 31 gennaio dell’anno successivo), attualmente di 40 CHF, circa 37 euro. Non esistono vignette giornaliere, settimanali o mensili. La vignetta si acquista presso la dogana, stazioni di servizio, uffici postali svizzeri e anche in alcune sedi ACI italiane e va apposta sulla parte interna del parabrezza.

Qui Google Maps per verificare il percorso migliore e la distanza. Ti basterà inserire il tuo punto di partenza.
Se il tuo luogo di partenza è lontano valuta di raggiungere Colmar in aereo.


Raggiungere Colmar in aereo, aeroporto più vicino

Gli aeroporti più vicini a Colmar sono:

aeroporto di Strasburgo- Entzheim, 70 km per 50 minuti;

aeroporto di Basilea – Mulhouse – Friburgo, 60 km per 40 minuti;

aeroporto di Karlsruhe – Baden Baden, in Germania, 125 km per 1 ora e 30 minuti.

L’aeroporto di Strasburgo non è ben servito mentre gli aeroporti di Basilea–Mulhouse-Friburgo e Karlsruhe–Baden Baden sono raggiunti dall’Italia anche con voli diretti dalle compagnie low cost Easy Jet, Ryanair e Wizz air.

Arrivare a Colmar in bus

Puoi raggiungere Colmar in Francia anche con un bus a lunga percorrenza come Flixbus.
Il viaggio dura circa 7-8 ore da Milano.

Raggiungere Colmar in treno

La stazione ferroviaria Colmar si trova in centro.
La città è ben collegata con il resto della Francia anche con il treno alta velocità TGV.

Con il TGV da Parigi occorrono circa 2:30/3 ore e da Lione poco più di 3 ore.

Per farti un esempio: da Milano treno diretto fino a Basilea, da qui cambio per Colmar, la durata totale del viaggio è di circa 6 ore.
Per organizzare il viaggio a Colmar in treno controlla orari e costi del biglietto sul sito delle ferrovie francesi www.sncf.com.

Grazie di avere letto questo articolo, spero ti sia utile per organizzare il tuo viaggio a Colmar in Alsazia.

Se hai bisogno di altre informazioni o per chiacchierare di viaggi mi trovi qui: Instagram e Facebook

Ti aspetto!

Post suggeriti

8 commenti

Valentina 27 Ottobre 2021 - 17:05

Complimenti Rita per questo tuo articolo ricco di informazioni!
Non è per niente “pesante”, anzi, si legge con piacere 🙂
Brava che hai ricordato che per andare in Alsazia dall’Italia in auto si passa per la Svizzera e che quindi è obbligatorio avere la vignetta.

Sono stata a Colmar nell’estate del 2015 e ad oggi l’Alsazia è una delle regioni della Francia che preferisco. Mi piacerebbe tornarci, casomai a settembre, quando pian piano fanno capolino i colori dell’autunno.

Rispondi
Rita F. 29 Ottobre 2021 - 11:30

Grazie Valentina! Ho impiegato tempo a scriverlo proprio perchè ho voluto inserire tante info, e anche gli indirizzi delle casette più fotogeniche e instagrammabili. Magari uno le vede in foto, ci vuole andare, poi però perde un sacco di tempo nel cercarle 😉
Penso che Colmar e dintorni sia una zona bella in ogni stagione!

Rispondi
Mimì 28 Ottobre 2021 - 23:06

Uno splendido spaccato dell’Alsazia e un bellissimo articolo! Vado matta per le case con le facciate a graticcio …
E poi, a Colmar ci sono dei mercatini di Natale favolosi!

Rispondi
Rita F. 29 Ottobre 2021 - 11:31

Le case a graticcio mi fanno impazzire! non avrei più smesso di fotografare 😉 e qui tra Colmar e gli altri borghi dell’Alsazia ce ne sono davvero tante!

Rispondi
Alessio 29 Ottobre 2021 - 20:49

Complimenti una guida completa semplice e esaustiva. ✨

Rispondi
Rita F. 29 Ottobre 2021 - 21:17

Grazie mille Alessio! C’è tanto lavoro dietro, e il tuo commento mi fa davvero piacere 🙂

Rispondi
Katia 27 Novembre 2021 - 23:55

Ciao Rita, ho letto le tue informazioni di viaggio ieri. Oggi volevo rileggerlo, e mi ha dato la segnalazione che il sito che Stavo aprendo non era sicuro. L’ho aperto ugualmente. Però ti volevo avvertire di questo . Ciao Sono in partenza per Colmar

Rispondi
Rita F. 28 Novembre 2021 - 11:15

Ciao Katia, per prima cosa buon viaggio in questo splendida zona 🙂
Grazie della fiducia, ti confermo che il sito è sicuro e ha il certificato di sicurezza valido, ma se ti ha dato questo messaggio farò un controllo più approfondito con il mio webmaster! Ti ringrazio moltissimo della segnalazione.
Se poi mi vuoi fare sapere come è andata e le tue impressioni, mi farebbe davvero piacere, buon viaggio ancora!

Rispondi

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito anche proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi sapere di più o negare il consenso a tutti ad alcuni cookie, consulta l'apposito link posto nel footer di questo sito. Accetto

Privacy & Cookies Policy