Home Europa Cosa vedere in Alsazia: viaggio tra i 10 borghi più belli da visitare

Cosa vedere in Alsazia: viaggio tra i 10 borghi più belli da visitare

da Rita F.
0 commento
cosa-vedere-in-alsazia

Cosa vedere in Alsazia, quali sono i borghi più belli e che itinerario fare?
In questo articolo condivido il mio viaggio in Alsazia e cercherò di rispondere alla domanda in modo pratico, con l’indicazione dei villaggi più suggestivi, gli indirizzi delle attrazioni migliori e le vie da percorrere.

Tra i borghi di cui ti parlerò, alcuni sono più famosi, e probabilmente ne avrai già sentito parlare, altri invece sono ancora poco conosciuti e tutti da scoprire.
L’Alsazia è una regione affascinante, ti sembrerà di vivere in una favola. Casette colorate, tetti spioventi, balconi fioriti ovunque.
Attenzione: parti preparato, batterie del cellulare e della macchina fotografica sempre cariche, in giro tra i villaggi dell’Alsazia ogni angolo è da riprendere!

INDICE

Per cosa è famosa l’Alsazia?

  • L’Alsazia è famosa per essere un concentrato di borghi con case a graticcio, Maison à Colombages in francese, caratterizzate da travi a vista e mura colorate. Queste graziose casette, che sembrano disegnate apposta per un libro di fiabe, sono l’espressione dell’architettura locale.

  • L’Alsazia è famosa per i mercatini natalizi che da fine novembre riempiono le piazze e le vie dei borghi. Strade e abitazioni sono addobbate in modo incredibile.

  • E’ conosciuta per la Strada dei Vini, un itinerario di 120 km che attraversa colline e campagne ricoperte di vitigni, interrotti solo da castelli e piccoli villaggi. In un viaggio in Alsazio, è obbligatorio sostare in qualche cantina e scoprire i vini tipici come il Riesling, Pinot Blanc e Gewürztraminer.

  • La cicogna è l’animale simbolo dell’Alsazia, considerata un portafortuna dagli abitanti del luogo. Ogni anno, in primavera, le cicogne tornano e costruiscono i loro grandi nidi sui tetti e sulle torri. Vedrai numerosi prodotti caratteristici, come ceramiche, pizzi, tovaglie e i peluche che ritraggono questi grandi uccelli.

Come arrivare in Alsazia: per tutte le info su come arrivare in Alsazia dall’Italia in auto, aereo, treno, bus e come muoversi con i mezzi pubblici leggi qui.

Riquewihr: il paese della “Bella e la Bestia”

Riquewihr è uno dei borghi più belli di Francia, protetto da torri e mura, non può mancare durante un viaggio in Alsazia.
Dista da Colmar 15 km e si raggiunge in venti minuti d’auto in direzione nord.

La via principale è Rue du Général De Gaulle ed è un susseguirsi di case a graticcio dai colori pastello con tetti spioventi. Le casette hanno forme diverse tra loro, tutte favolose e tutte da fotografare.

In una casa dipinta di rosa con l’insegna Féerie de Noël si vive, per tutto l’anno, la magia del Natale alsaziano. All’interno è stato realizzato un percorso su due piani tra abeti, casette innevate e bancarelle con più di 20.000 oggetti dedicati al Natale.

A Riquewihr le streghe portano fortuna, se entri alla Maison des Légendes te ne confezioneranno anche una personalizzata.

Quando si afferma che i borghi dell’Alsazia sembrano usciti da un libro di fiabe, non è solo un modo di dire. I disegnatori della Walt Disney, per realizzare il film animato La bella e la Bestia, si sono ispirati proprio a Riquewihr!

Ti rimando a questo link dove ho scritto l’itinerario completo e gli indirizzi dei luoghi da non perdere a Riquewihr.

riquewihr-cosa-vedere
Riquewihr, un villaggio da fiaba

Ribeauvillè: il borgo medievale dei pifferai da visitare durante l’itinerario in Alsazia

Ribeauvillè è una pittoresca cittadina ai piedi delle colline, dista 5 km da Riquewihr e 20 km da Colmar.

La via principale è Grand’Rue, una lunga strada su cui si affacciano antiche case a graticcio, negozietti, bistrot e caratteristiche piazzette. Ti consiglio di percorrerla tutta, senza dimenticare di lanciare un’occhiata ai vicoli laterali, le scoperte più belle sono sempre dietro l’angolo.

alsazia-cosa-vedere
Cosa vedere in Alsazia: Ribeauvillé, il paese dei menestrelli

Da vedere a Ribeauvillé lungo la Grand Rue:

  • La Casa dei Pifferai – Maison Pfifferhus (n.14 Grand’Rue) è una delle più affascinanti case a graticcio, risale al XVII secolo e ha una facciata molto decorata, tra cui due statue raffiguranti la Vergine Maria e l’arcangelo Gabriele. Durante il Medioevo era il punto di ritrovo dei menestrelli.
  • La Torre dei Macellai -Tour des Bouchers (n.70 Grand’Rue) è una torre medievale che fu costruita nel XIII secolo. Ha avuto varie funzioni: è stata un baluardo difensivo, un campanile e anche una prigione. Il nome deriva dalla corporazione dei macellai che svolgeva la propria attività in questa area della città.
  • Piazza del Municipio – Place de l’Hôtel de Ville, il cuore della città e si trova vicino alla Tour des Bouchers. Sulla piazza si affacciano il Municipio, la fontana dei Cervi e il Convento degli Agostiniani in stile gotico.
    Un originale murales attirerà la tua attenzione: un ragazzo appoggiato alla buchetta delle lettere sistema alcuni libri sugli scaffali.
  • Place de la Sinne (nei pressi dei nn 95 – 99 Grand Rue), una piccola piazza con case vivaci ed al centro una fontana.

Ribeauvillé è anche chiamata “la città dei tre castelli“: sulle alture si trovano le rovine di 3 fortificazioni, Castello di Saint-Ulrich, Castello di Giersberg e Castello di Haut-Ribeaupierre. I castelli si raggiungono con una passeggiata tra colline e vigneti.

Il mercatino natalizio di Ribeauvillé, qui chiamato marché de Noël médiéval, si tiene lungo la Grand Rue.

A questo link trovi l’itinerario completo con gli indirizzi delle attrazioni principali di Ribeauvillé.

ribeauville-alsazia
Ribeauvillé

Eguisheim: il borgo rotondo, tra i villaggi più belli di Francia

Eguisheim è tra i villaggi più belli di Francia, Le Plus Beaux Villages de France, si trova a 7 km a sud di Colmar da cui si raggiunge in circa 15 minuti.

E’ un piccolo borgo incantato con case color pastello, vie acciottolate e curiose insegne in ferro battuto che ricordano gli antichi mestieri.

Eguisheim ha una caratteristica che lo distingue dagli altri villaggi dell’Alsazia: è un borgo rotondo, protetto da una doppia cinta muraria circolare. Le case a graticcio si sviluppano in un reticolo concentrico verso la piazza principale.

Eguisheim ha un’altra particolarità: i nidi delle cicogne. Mentre passeggi, controlla i tetti, le guglie delle torri e campanili, sono i luoghi preferiti dalle cicogne per costruire i loro grandi nidi.

Quando organizzi il viaggio, aggiungi Eguisheim tra le cose da vedere in Alsazia.

Ti consiglio di percorrere la Rue du Rempart, che segue il perimetro del borgo, per scoprire angoli silenziosi sospesi nel tempo. Vicino all’Auberge du Rempart si trova la casetta più famosa e fotografata di Eguisheim.

Attraversa la via principale, Grand Rue, e fermati sulla piazza più importante, Place du Château St-Léon.

Su Place du Château St-Léon si affacciano:

  • Chiesa Chapelle Saint-Pierre e Saint-Paul e il suo campanile: costruita in stile romanico poi rimaneggiata in stile gotico nel 1220. Non limitarti ad osservarla dall’esterno, entra per scoprire l’interno vivace.
  • Castello Saint Leon – Chateau de Saint-Léon-Pfalz, circondato da mura ottagonali.
  • Fontana di Saint-Léon, tra le più grandi dell’Alsazia.

I mercatini di Natale di Eguisheim si svolgono in Place du Marché aux Saules e Place Monseigneur Stumpf. Sulla piazza principale, in genere non ci sono chalet, ma vengono allestiti giochi di luce a tema.

eguisheim-alsazia
Alsazia cosa vedere: il borgo rotondo di Eguisheim

Kaysersberg: il villaggio lungo il fiume da visitare in Alsazia

Kaysersberg è un villaggio da fiaba che si trova a 12 km a nord-est di Colmar.
Una particolarità lo distingue dagli altri borghi dell’Alsazia: è circondato da natura rigogliosa e nel centro storico scorre un fiume, il Weiss.

Durante la visita raggiungi Le Pont de Boise, un ponte in arenaria costruito nel 1500. E’ un punto suggestivo e particolare. Costeggia il fiume, tra le case colorate e la natura rigogliosa potrai ascoltare lo scrosciare dell’acqua. Un altro punto interessante sul fiume è il Pont Fortifié.

La via principale di Kaysersberg è Rue du Général de Gaulle, costellata da eleganti case a graticcio, impreziosite con bovindi, sculture e intarsi.
Tra le piazzette e i vicoli del paese si diffonde sempre un invitante profumo di pane e biscotti appena sfornati, a Kaysersberg le pasticcerie sono una vera tentazione.

Lungo Rue du Général de Gaulle (al n. 53) si incontra la Chiesa – Eglise Sainte-Croix, una chiesa che risale al XIII secolo, con un importante portale e affiancata da un campanile a 5 campane.

Nella piazzetta accanto alla chiesa vedrai la Fontana di Costantino, sormontata dalla statua dell’imperatore romano omonimo

Al n. 39 di Rue du Général de Gaulle si trovano il municipio e l’ufficio del turismo, dietro a questi edifici inizia la via che raggiunge in circa 15 minuti il Castello di Kaysersberg.
Il Castello di Kaysersberg risale al XIII secolo e fu costruito per volere di Federico II di Svevia, per controllare i passaggi tra Alsazia e Lorena. Dal castello la vista panoramica sul borgo e sulle colline è meravigliosa.

I mercatini di Natale di Kaysersberg sono lungo la via principale, Rue du Général de Gaulle, nei pressi della chiesa, del municipio e nei cortili interni.

alsazia-kaysersberg
itinerario a Kaysersberg, Alsazia

Bergheim: cosa vedere in Alsazia, un borgo poco conosciuto tutto da scoprire

Bergheim è un villaggio protetto da una doppia cinta di mura di epoca medioevale, si trova a 20 km a nord di Colmar e a 4 Km da Ribeauvillé.
E’ probabile che tu non ne abbia mai sentito parlare, infatti è ancora poco conosciuto e meno frequentato degli altri borghi dell’Alsazia. Però di una cosa sono certa: è un piccolo gioiello colorato! Aggiungilo al tuo itinerario in Alsazia, non resterai deluso.

Le vie acciottolate sono un susseguirsi di casette a graticcio vivaci e ordinate, tutte decorate con fiori alle finestre.

Ecco alcuni punti caratteristici di Bergheim:

  • Porta Alta – Porte Haute, un bastione difensivo del XIV secolo sopravvissuto alle guerre, che si trova all’estremità della strada principale, nei pressi dei nn. 69 – 71 della Grand Rue. E’ una torre quadrata con il tetto a piramide, è uno dei simboli della città.
  • Al 44 Grand Rue si nota un orologio solare dipinto sulle mura di una casa.
  • Place du Docteur Pierre Walter ospita favolose case a graticcio, una fontana del XVI secolo, l’ufficio turistico e il Municipio. Qui si svolge il Mercatino di Natale di Bergheim.
  • Notre Dame de l’Assomption, al n. 1 di Rue de l’Eglise, all’incrocio con la Grand Rue. Un’antica chiesa che risale al XIV secolo.
  • Accanto alla chiesa le Jardin de Sorcièrese e la Maison des Sorcières, la casa delle streghe, un museo dedicato ai tempi della caccia alle streghe, pratica diffusa nella regione.
  • Promenade des remparts: la passeggiata dei bastioni, un sentiero che costeggia tutto il paese e permette di osservare la cinta muraria e le fortificazioni.


Il mercatino di Natale di Bergheim si tiene nella piazza davanti al Municipio e lungo la via principale.

itinerario-in-alsazia
Bergheim: visitare un borgo insolito in Alsazia

Obernai: borgo fortiticato da vedere in Alsazia

Obernai è un paesino che si trova a circa 28 km a sud di Strasburgo e 49 km a nord di Colmar. Il centro è intimo ed affascinante, un concentrato di Maison à colombages colorate.

Rue du Marché è una caratteristica via con ristoranti, negozietti e case a graticcio, e sfocia in Place du Marché, la piazza principale e cuore del paese.

Sulla piazza si vedono:

  • Kapellturm o Tour de la Chapelle, monumento simbolo di Obernai, una torre alta quasi 60 metri, era il campanile di una chiesa ora distrutta. Nel tempo è stata usata anche come torre di avvistamento con funzione difensiva. Durante il periodo dell’Avvento, a Natale, è illuminata con luci cangianti.
  • la Halle aux Blés, un edificio in stile rinascimentale del 1554, con le mura bianche e il tetto a capanna, ospitava il mercato del grano e la macelleria pubblica, se lo guardi con attenzione vedrai che è decorato con teste bovine.
  • Fontaine Sainte-Odile, fontana sempre fiorita o decorata a tema, in base al periodo dell’anno.
  • Hôtel de Ville, il municipio, con le mura di colore giallo – arancione e abbellito con un bovindo

Vicino all’incrocio tra Rue du Général Gouraude e Rue du Chanoine Gyss, si trova una scultura particolarissima, realizzata da artigiani di Strasburgo, le puits à Six Seaux, un pozzo a sei secchi.

La casa più antica di Obernai, La Maison Romane, è al n. 8 di Rue des Pèlerins. La costruzione originaria risale al 1220, anche se è stata più volte rimaneggiata. Era la dimora di una famiglia nobile alsaziana e serviva come deposito delle decime, il raccolto, soprattutto grano, che gli agricoltori dovevano pagare come tributo.

Eglise Saints-Pierre-et-Paul, in stile neogotico, è la chiesa più importante di Obernai. Fu inaugurata nel 1872 e costruita sui resti di un santuario gotico, ormai divenuto troppo piccolo per accogliere la comunità. La chiesa si trova fuori dalle mura, in Rue Chanoine Gyss. La chiesa è lunga 75 metri, tra le più grandi dell’Alsazia. La facciata è di arenaria dei monti Vosgi, impreziosita da tre portali, un grande rosone e due guglie.

Da Place du Marché e dalla Rue du Général Gouraud si accede a una serie di pittoreschi vicoli come Cour des Artisans, la Ruelle des Papes, la Rue du Canon, la Rue du Loup, ecc.

Il Natale a Obernai è un periodo molto sentito, il borgo è addobbato e illuminato a festa, le piazze si riempiono con graziosi chalet. Il mercatino di Natale di Obernai è concentrato soprattutto in Place du Beffroi, Place du Marché, Place de l’Etoile.

Obernai è un paese con molti ristoranti e hotel, è un’ottima base per esplorare la parte più a nord e vicina a Strasburgo dell’Alsazia.

obernai-alsazia
centro storico Obernai

Rosheim: il paese famoso per gli edifici romanici

Rosheim è un piccolo borgo che dista 28 km da Strasburgo, in direzione sud est, e 10 km da Obernai.
La via principale è Rue du Général de Gaulle, dove si incontrano le principali attrazioni.

cosa-visitare-in-alsazia
la magnifica Chiesa di Rosheim

Cosa vedere a Rosheim in Alsazia:

  • Eglise Saints Pierre et Paul, n.107 Rue du Général de Gaulle, un capolavoro di arte romanica, una chiesa in arenaria gialla con il suo campanile, che risale al XII secolo. Questo edificio merita da solo la sosta in città. La costruzione è ricca di dettagli e numerose statue, come il mendicante che raccoglie le donazioni, l’uomo in preghiera, gli evangelisti. L’interno è armonioso, le colonne terminano con capitelli scolpiti con teste.
  • Maison Romane (chiamata anche Maison des Païens) al n 24 Rue du Général de Gaulle, un edificio in pietra, anch’essa risalente al XII secolo è tra le più antiche case di tutta l’Alsazia Il piano terra era un magazzino e il piano superiore un’abitazione.
  • Il bel complesso della Torre dell’orologio, una delle vecchie porte di accesso alla città, il palazzo del Municipio e la scultura del pozzo a sei secchi, all’incrocio tra Rue du Général de Gaulle e Place de la République.


I mercatini di Natale di Obernai si svolgono in Place de la République. La torre e il palazzo del Comune vengono addobbati e illuminati a tema natalizio.

Rosheim è un borgo piccolino, la visita richiede poco tempo, troverai meno case a graticcio rispetto ad altri borghi più conosciuti, ma tanta tranquillità, meno folla e un’atmosfera senza tempo.

viaggio-in-alsazia
centro storico Rosheim Alsazia

Mittelbergheim: da fare in Alsazia, visitare un borgo suggestivo arroccato sulla collina

Mittelbergheim è un intimo borgo tra i vigneti, di poco più di 600 abitanti, arroccato su una collina. Si trova a 11 km a sud di Obernai e a 36 Km da Strasburgo. E’ stato nominato tra i villaggi più belli di Francia ed è diverso da tutti gli altri paesini dell’Alsazia.

A Mittelbergheim non vedrai costruzioni a graticcio, non ci sono monumenti emblematici, ma ciò che lo rende affascinante e unico sono le particolari case.
Ai lati dei vicoli sorgono case in pietra, con mura tra il beige e il rosa, e tetti in mattoni. Le abitazioni sono state costruite tra il 1540 e il 1630, e si ispirano al Rinascimento tedesco. Incontrerai molte abitazioni di viticoltori e cantine, annunciate con insegne in ferro battuto.
La strade più importanti sono Rue Principale e Rue des Vosges .

Termina qui la Guida di viaggio sull’itinerario in Alsazia, cosa vedere e quali borghi visitare. Se ti è stata utile condividila con i tuoi amici per fare scoprire anche a loro questa fantastica regione della Francia!

Se hai bisogno di altre informazioni su cosa vedere in Alsazia o anche solo per chiacchierare di viaggi mi trovi qui: Instagram e Facebook

Ti aspetto!

Salva su Pinterest l’itinerario in Alsazia per averlo sempre con te!

Post suggeriti

Lascia un commento