Home Asia Dormire nel deserto: notte da Sultani tra le dune di Abu Dhabi

Dormire nel deserto: notte da Sultani tra le dune di Abu Dhabi

da Rita F.
0 commento
dormire-nel-deserto

Una distesa di morbide dune che si perde all’orizzonte.

Montagne altissime di sabbia, con sfumature che vanno dall’ocra al rosa, dall’arancione al rosso.

Questo è il panorama, unico e spettacolare, che accompagnerà le tue giornate nel deserto del Rub Al Khali, alle porte di Abu Dhabi.

Se stai organizzando un viaggio a Dubai o Abu Dhabi e vuoi regalarti l’esperienza di una notte nel deserto, in una dimora da emiri, questo è il posto giusto per te.

Benvenuto all’Anantara Qasr Al Sarab!

cammelli-abu-dhabi
cammelli tra le dune del deserto Rub Al Kali

Per programmare al meglio il tuo viaggio leggi anche:

Scopri il Qasr Al Watan, il Palazzo Presidenziale da sogno di Abu Dhabi

Tutto quello che devi sapere per visitare la Grande Moschea Sheikh Al Zayed di Abu Dhabi

Dove si trova l’hotel Anantara Qasr Al Sarab di Abu Dhabi

Il resort Qasr Al Sarab si trova nell’emirato di Abu Dhabi, tra le dune del deserto Rub Al Khali, a poca distanza dall’Arabia Saudita.

Il resort dista circa 200 km dalla città di Abu Dhabi e 300 km da Dubai.

Il deserto Rub Al-Khali, detto anche Empty Quarter, Quarto Vuoto

Il Rub Al Khali è un immenso deserto sabbioso che si trova nella penisola arabica e si estende su quattro stati differenti: Emirati Arabi, Oman, Arabia Saudita e Yemen.
Ad oggi rimane per gran parte inesplorato. E’ uno dei luoghi più caldi e inospitali della terra, praticamente disabitato.

E’ il deserto sabbioso ininterrotto più grande del mondo. Il Sahara, che è più esteso, alterna alla sabbia formazioni rocciose e pianure di ghiaia. Nel Rub Al Khali solo dune di sabbia a perdita d’occhio.
Le sue dune arrivano fino a 300 metri di altezza.

Rub al Khali, in inglese “Empty Quarter”, è detto anche “Quarto Vuoto”.
Gli arabi raccontano che Allah divise l’universo in quattro parti: dopo il cielo, la terra e il mare, la quarta parte rimase vuota, e fu proprio il Rub Al Khali.

notte-nel-deserto
Deserto Rub’ Al-Khali al tramonto


Come arrivare all’Anantara Qasr Al Sarab: viaggio da Abu Dhabi verso il deserto

Si lascia Abu Dhabi lungo la superstrada E20, si imbocca la E11, poi si svolta nella E65: da qui il viaggio continua lungo una via dritta, quasi fino al punto di arrivo.

Hai diverse opzioni per arrivare al Qasr Al Sarab dalla città di Abu Dhabi:

  • con un’auto a noleggio (la mia scelta);
  • con un taxi;
  • con il servizio navetta da concordare con l’hotel.

Il viaggio per arrivare è un’esperienza affascinante.

Man mano ci si allontana da Abu Dhabi scompaiono le palme, il traffico e i rumori della città.
La terra ai lati della strada si trasforma in sabbia, poi in piccole dune, che diventano sempre più imponenti.

Intorno cala il silenzio, sembra di essere in mezzo al nulla.
Alcuni cartelli indicano di prestare attenzione a gazzelle e cammelli. E di cammelli in libertà, a bordo strada, ne ho incontrati tanti.

Lungo il percorso ti sorprenderà un segnale molto particolare: stai attraversando il Tropico del Cancro!
Sosta d’obbligo per scattare qualche foto ricordo di questo viaggio avventuroso verso il deserto.

tropico-del-cancro
Tropico del Cancro

Poco prima di arrivare, si lascia la strada principale per imboccare una via più stretta, immersa in un mare di dune.
Quando soffia il vento l’asfalto scompare sotto la sabbia.

All’improvviso, tra le dune, compaiono un palmeto e un castello con le torri di guardia. La fortezza ha il colore della sabbia e si confonde con il panorama circostante.

Sei arrivato al Qasr Al Sarab.

anantara-qasr-al-sarab
Arrivo all’Anantara Qasr Al Sarab nel deserto

Il resort Anantara Qasr Al Sarab, nel deserto di Abu Dhabi

Qasr Al Sarab significa “palazzo dei miraggi“, e proprio come un miraggio, appare tra le dune del deserto.

E’ il momento di entrare e scoprire questa fortezza fiabesca.

Al check-in sarai accolto con un benvenuto a base di prodotti tradizionali: dolcetti, datteri, tè alla menta o bevanda al latte di cammella.

anantara-welcome-drink
Welcome drink al Qasr al Sarab

Gli ambienti sono ampi, con soffitti alti da cui pendono enormi lampadari a forma di lanterne, arredati in stile medio orientale, ricchi di dettagli che evocano atmosfere da “Le mille e una notte”.

Tappeti e prodotti di artigianato locale sono sistemati in modo sapiente.

Le pareti giocano sulle tonalità del beige, che ricordano la sabbia, le grandi finestre sembrano volere eliminare i confini con l’esterno.

Lunghi e freschi corridoi conducono da un’ala all’altra, per rimanere sempre al coperto e al riparo anche dai raggi più cocenti del sole.

Qui si prova la sensazione di essere davvero lontani dalla routine quotidiana, lontano dalla civiltà, in una dimensione sospesa tra il passato delle tribù beduine e tutti i comfort moderni.
Il resort unisce, in un lusso informale, tradizione araba e bellezza della natura.


Camere e ville all’Anantara Qasr Al Sarab

Quest’oasi di lusso conta 206 camere, che vanno dalla più semplice Deluxe garden room, una stanza di circa 50 mq con terrazza-giardino vista dune, alla Anantara pool villa, un piccolo castello con piscina privata, giardino e servizi dedicati come il maggiordomo.

anantara-ville-abu-dhabi
Anantara Pool Villa, Abu Dhabi

La mia camera, una deluxe garden, è arredata con mobili di legno scuro, decorata con motivi islamici, ha un ampio letto bianco e una lanterna come lampadario.
Non mancano tutti i comfort moderni, come wi-fi, frigo bar, macchina da caffè e televisore.

Una porta a vetri si apre sulla terrazza-giardino con vista meravigliosa sulle dune. All’esterno ci sono poltrone e divanetti ricavati nelle nicchie del muro.

Il bagno è immenso, in marmo con doppio lavabo, doccia e un’enorme vasca che invita ad un bagno rilassante e profumato.

anantara-abu-dhabi
Anantara Qasr Al Sarab

Una giornata all’Anantara Qasr Al Sarab, nel deserto di Abu Dhabi

Com’è trascorrere una giornata nel deserto, al Qasr Al Sarab?

Ecco la mia esperienza.

Una giornata nel deserto, nel meraviglioso Anantara Qasr Al Sarab, ha ritmi lenti, scanditi dalla posizione del sole nel cielo. Ogni momento è perfetto per contemplare il panorama unico circostante.

Alla mattina, appena uscita dalla camera, partivo per una breve passeggiata tra le dune più vicine.
Una camminata per vivere l’incredibile contesto naturale, proprio fuori dalla porta, ma anche per constatare che non fosse un sogno!
Eh no, questo luogo fantastico non sparisce con la luce, è proprio realtà!

deserto-di-abu-dhabi
Le dune, davanti all’Anantara Qasr Al Sarab

Arriva l’ora della colazione sulla terrazza panoramica, dove la vista spazia sul deserto sconfinato.
Mi piace assaggiare le specialità locali, e qui è stata l’occasione giusta per le insalate a base di fresche verdure e la marmellata di rosa, tutti prodotti tipici del Medio Oriente.

La grande piscina a forma lagunare è un richiamo a cui non posso resistere. E’ ombreggiata da palme e intorno sono sistemati lettini e ombrelloni. Quando sei accaldato non c’è niente di più piacevole che un tuffo e una nuotata rinfrescante.

Rimanere in acqua ad osservare le dune è un’esperienza incredibile.

qasr-al-sarab
La piscina dell’Anantara Qasr Al Sarab

Dalla piscina al deserto è questione di qualche passo, li percorri e sei nel vuoto totale, un vuoto di sabbia.

Il tramonto regala attimi di magia, lo spettacolo a cui assisterai è straordinario.

Se all’ora fatidica ti trovi al Qasr Al Sarab, risali la cresta della duna più alta, appena fuori dalla struttura. E’ il luogo dove avrai la vista migliore.

abu-dhabi-anantara
Tramonto davanti al resort


Il tramonto, però, è ancora più magico se vissuto tra l’oceano di sabbia del Rub Al Khali, dove scompare qualsiasi segno di civiltà.

I beduini hanno usato i cammelli come mezzo di trasporto per migliaia di anni, sono animali che possono trasportare pesi notevoli, resistono al clima arido e si muovono agilmente tra le dune insidiose. In un soggiorno nel deserto, l’esperienza di un trekking a dorso di cammello non può mancare, e al tramonto è ancora più suggestiva.

abu-dhabi-deserto
Preparativi per il trekking a cammello

Lentamente il sole scende, poi cade in un mare di dune e infuoca la sabbia e il cielo.

Nell’aria si formano scie colorate, lentamente svaniscono e lasciano posto al buio, alle stelle e alla luna.

tramonto-abu-dhabi
Tramonto nel deserto Rub Al-Khali



Quando tutto è scuro, alza lo sguardo: le stelle appaiono così vicine e brillanti che sembra di poterle afferrare con una mano.

Dove mangiare all’Anantara Qasr Al Sarab

Siamo in mezzo al deserto, alla sera non potrai uscire e andare in città al ristorante, ma le scelte gastronomiche non mancano!

  • Al Falaj, è un accampamento nel deserto in stile beduino, per cenare al chiaro di luna. Ogni postazione ha divanetti e tappeti, una stufa che riscalda le notti più fredde. E’ ideale per assaporare una cena araba, a base di mezze, agnello e carni alla griglia.
  • Suhail, ristorante con una favolosa terrazza sul tetto, per un cocktail al tramonto e specializzato in piatti internazionali. Il nome, Sunhail, è ispirato ad una delle stelle che i beduini seguivano per non perdere la rotta nel deserto.
  • Ghadeer è un’opzione informale a bordo piscina; il menù propone cucina mediterranea, dai piatti di insalata alla pasta, pesce e pizza.
  • Al Waha, un ristorante sia al coperto che con terrazza esterna vista dune, dove è servita la prima colazione. Qui c’è solo l’imbarazzo della scelta: dalle specialità arabe ad un’infinità di prodotti internazionali come uova, salumi e formaggi, dolci, pane e marmellate, frutta fresca.
qasr-al-sarab-abu-dhabi
Anantara Qasr Al Sarab

Dormire nel deserto ed eperienze da vivere di giorno all’Anantara Qasr Al Sarab

Durante il tuo soggiorno puoi trascorrere momenti rilassanti all’interno della SPA, un’oasi che unisce rituali mediorientali a tradizioni thailandesi. Puoi concederti massaggi, trattamenti corpo alla rosa, al rhassoul e all’olio di argan, seguire i rituali dell’hammam o corsi di meditazione e di yoga.

Qasr Al Sarab organizza una serie di attività, dal tiro con l’arco alle cooking class per apprendere i segreti della cucina mediorientale, dagli spettacoli di falchi alle avventure nel deserto.

escursione-cammello
Conoscenza col “mezzo di trasporto”, prima di partire

Escursioni ed esperienze da fare nel deserto di Abu Dhabi

Sono tante le esperienze da provare tra le dune:

  • trekking sul cammello,
  • fat bike (la bici con le gomme più grosse, speciali per avanzare nella sabbia),
  • sandboarding, per scivolare tra le dune come in montagna;
  • dune-bashing, un viaggio tra le dune a bordo di fuoristrada 4×4.

L’esperienza di un tour in auto 4×4 nel deserto è un’avventura da non perdere: in un paesaggio spettacolare, autisti esperti scavalcano dune e scendono dalle creste quasi volando.
Durante la corsa, la sabbia si alza e crea onde più alte dell’auto!
Esperienza avvincente e adrenalinica (se non soffri di mal d’auto!).

quarto-vuoto-deserto
Abu Dhabi, avventura in fuoristrada nel deserto

Se stai cercando dove dormire ad Abu Dhabi, in una dimora da Sultani in una location unica e indimenticabile, il resort Qasr Al Sarab è il posto perfetto.

Grazie di avere letto questo articolo, spero ti sia utile per organizzare la tua visita al Qasr Al Watan ad Abu Dhabi.

Se hai bisogno di altre informazioni o anche solo per chiacchierare di viaggi mi trovi qui: Instagram e Facebook.

Ti aspetto!

Potrebbero interessarti:

Post suggeriti

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito anche proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi sapere di più o negare il consenso a tutti ad alcuni cookie, consulta l'apposito link posto nel footer di questo sito. Accetto

Privacy & Cookies Policy