Home Italia Scicli: cosa vedere tra tesori del barocco e luoghi di Montalbano

Scicli: cosa vedere tra tesori del barocco e luoghi di Montalbano

da Rita F.
4 commenti
Scicli-cosa-vedere

Scicli sorge tra montagne e affascinanti canyon, ma si respira il profumo del mare.

Scicli è un po’ Matera e un po’ “Vigata”, e presto scoprirai il perché.

Il mio primo incontro con Scicli è stato dall’alto.
Era sera, ero arrivata da poco in Sicilia e avevo raggiunto un punto panoramico prima del buio (di quelli che, avevo letto, bisogna proprio vedere).

Il cielo diventava sempre più scuro. Uno dopo l’altro si accesero i lampioni lungo le vie e si illuminarono le case.
Ero intenta a settare al meglio la macchina fotografica, la luce cambiava di continuo e fissavo il paese attraverso l’obiettivo. In quel momento ricordai alcuni commenti che paragonavano Scicli ad un presepe, un po’ come Matera.

Sì, confermo, la sensazione è proprio quella.
Avevo davanti una scena magica, composta da piccole e graziose abitazione di pietra, chiese e campanili, tante luci che brillavano nella notte e illuminavano le vie del centro storico.
Il mio primo incontro con Scicli non poteva essere migliore.

Scicli
Scicli, panorama dalla Chiesa di San Matteo

Sono poi tornata a Scicli in una splendida giornata di sole, per visitare il centro e scoprire la sua elegante architettura barocca.

La bellezza del luogo non passa inosservata e l’UNESCO ha riconosciuto Scicli come Patrimonio dell’Umanità, insieme ad altre sette città della Sicilia sud-orientale: Modica, Ragusa, Noto, Acreide, Caltagirone, Militello e Catania.

In questo articolo troverai consigli su cosa vedere a Scicli, come visitare Scicli con un itinerario a piedi, come arrivare dai principali aeroporti e dalle altre città della Sicilia, sia in auto che in bus. E ancora idee su dove dormire, cosa vedere nei dintorni di Scicli, mare e spiagge più vicini. E non mancherà l’esatta indicazione (con mappa) per una vista panoramica fantastica!

Se stai organizzando un viaggio in Sicilia ricorda di aggiungere Scicli al tuo itinerario.

INDICE

Scicli dove si trova

Scicli è una città della Sicilia sud-orientale, si trova in provincia di Ragusa e conta poco più di 27000 abitanti.
La distanza di Scicli da Modica è di circa 10 km e la distanza che separa Scicli da Ragusa è di circa 25 km.

Scicli sorge in una pianura dove si incontrano tre valli, chiamate “cave”: la cava di Modica, di Santa Maria La Nova e di San Bartolomeo. Queste valli corrono ai piedi di speroni rocciosi di origini antichissima che regalano alla zona un aspetto molto pittoresco.

Il territorio è ricco di grotte e questa caratteristica ha facilitato l’insediamento di civiltà rupestri. Forse Scicli era già abitata più di 3000 anni fa.

Come le altre città della zona, anche Scicli è stata distrutta dal tragico terremoto del 1693 e poi ricostruita secondo lo stile barocco dell’epoca.

visitare-Scicli
Scicli, una via del centro storico

Scicli cosa vedere e cosa visitare

Il centro storico di Scicli è un gioiello di architettura barocca ed è stato riconosciuto Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.
I palazzi hanno un colore caldo e dorato, linee sinuose e decori eleganti.

A Scicli c’è l’imabarazzo di cosa fare e puoi iniziare la visita con una passeggiata in Via Francesco Mormino Penna, il corso principale. Lungo la via incontrerai palazzi neoclassici, chiese barocche, boutique e ristoranti.
Le vetrine sono invitanti e i principali prodotti locali da acquistare sono il cioccolato di Modica, le ceramiche di Caltagirone e i ricami tipici dello sfilato siciliano.
Scicli è diventata nota al grande pubblico per essere luogo delle riprese della popolare serie televisiva “Il commissario Montalbano”, tratta dai romanzi di Andrea Camilleri.

Le avventure del commissario sono ambientate nella cittadina siciliana di “Vigata”.
“Vigata” in realtà non esiste, è un nome di fantasia, ma a Scicli si trovano alcuni luoghi cult sempre presenti nella storia:

  • il palazzo del Comune, che risale ai primi del 1900 e si affaccia su Piazza del Municipio, corrisponde all’ingresso del commissariato di Vigata;
  • la stanza del Sindaco di Scicli nella fiction diventa quella del Questore di Montelusa.
Scicli-palazzo Comune
Scicli cosa vedere: il Palazzo Comunale (che nella fiction è il Commissariato di Vigata)

Se ti stai chiedendo cosa vedere a Scicli, lungo via Francesco Mormino Penna, oltre al Municipio che si trova al n. 2, vi sono tanti altri punti di interesse.

  • La Chiesa di San Giovanni Evangelista, proprio accanto al Comune, si riconosce per la facciata sinuosa che alterna forme concave e convesse. La chiesa ha una pianta ovale ed all’interno è ricca di decori, stucchi ed affreschi. Qui è custodito un dipinto famoso, il “Crocifisso di Burgos”, di origine spagnola, soprannominato il “Cristo in gonnella”, per via della lunga veste sacerdotale indossata.
scicli-cosa-visitare
Cosa vedere a Scicli: la Chiesa di San Giovanni Evangelista
  • L’ Antica Farmacia Cartia, con il suo elegante ingresso al n. 24 di via F. Mormino Penna, non passa inosservata e precede un piccolo museo. La farmacia risale ai primi del 1900 e custodisce mobili originali, strumenti di laboratorio, medicamenti e veleni che raccontano la storia di un secolo. La farmacia si trova all’interno del Palazzo Spadaro, uno degli edifici più belli di Scicli, impreziosito da otto balconi con inferriate panciute e decori a portoni e finestre.
Scicli-farmacia-cosa-visitare
Scicli cosa vedere: la farmacia-museo
  • Davanti alla farmacia, ma sul lato opposto della via F. Mormino Penna al n. 53, si trova Palazzo Bonelli Patanè, una dimora rinomata per i ricchi interni di inizi secolo, stucchi dorati, affreschi e mobili d’epoca.

  • Tra un lato e l’altro del corso, in via Fiumillo, vedrai la Chiesa di San Michele Arcangelo, dai colori caldi e in stile tardo barocco. La campana, che si trova nella parte superiore della facciata, deriva dalla fusione di monete e stagno di provenienza greca, ritrovati dopo il terremoto del 1693.
Scicli-chiesa-barocca
Scicli cosa vedere: Chiesa di San Michele Arcangelo

Terminato l’itinerario a piedi lungo il corso principale, ecco altri suggerimenti su cosa visitare a Scicli.

A pochi passi dal Municipio incontrerai Piazza Busacca, la principale della città.
Qui si trovano la Chiesa della Madonna del Carmine e la statua in onore di Pietro di Lorenzo, detto Busacca, un banchiere originario di Scicli che contribuì con la sua ricchezza allo sviluppo della città.

cosa-vedere-a-Scicli
Cosa vedere a Scicli: Piazza Busacca e la Chiesa della Madonna del Carmine

Piazza Italia è la più grande piazza di Scicli e qui si affaccia la Chiesa Madre di Sant’Ignazio.
All’interno della chiesa si trova “la Madonna delle Milizie”, una statua unica nel suo genere: raffigura la Vergine come una guerriera a cavallo che brandisce la spada e calpesta due soldati turchi. Ogni anno, alla fine di maggio, la statua è portata in processione per celebrare il miracolo che salvò la città nel 1091, durante la battaglia tra i normanni e i turchi.

Se stai pensando a cosa vedere a Scicli, devi sapere che a pochi passi da Piazza del Municipio, in via Penna 202, si nasconde un palazzo riconosciuto tra i più belli della città e dell’intera Sicilia, il Palazzo Beneventano. E’ un edificio in stile tardo barocco e ricco di decorazioni, tra cui originali mascheroni di volti umani e animali di fantasia. L’ ingresso raggiunge quasi tre metri di altezza ed è chiamato “il portone dei giganti”.

Scicli-centro
Scicli cosa vedere: via Francesco Mormino Penna, il corso principale

Proseguendo lungo la via Nazionale, a circa 300 metri dalla Piazza del Municipio, si arriva a Cava San Bartolomeo, che sorge all’ombra del Colle San Matteo.
Il monumento più d’effetto è la Chiesa di San Bartolomeo, costruita in un canyon molto suggestivo. La facciata è scenografica, disposta su tre livelli e arricchita da numerose statue. L’ interno è ricco e vivace, con importanti dipinti e un presepe ligneo.

Alle spalle della chiesa si sviluppa contrada Chiafura, zona conosciuta per le grotte scavate nelle pareti delle montagne e abitate fino a metà del secolo scorso, come è successo con i Sassi di Matera.
Se stai pensando cosa fare a Scicli e vuoi vivere un’esperienza insolita che riporta indietro nel tempo, puoi visitare “a rutta ri Ron Carmelo”. E’un’abitazione ricavata nella roccia che conserva interni e utensili di tanti anni fa, un letto di paglia e una cucina rudimentale.

Quando scelgo cosa visitare in una città aggiungo sempre un punto panoramico, e anche a Scicli c’è un belvedere che ti consiglio di non perdere: dal piazzale della Chiesa di San Matteo, la vista è meravigliosa! Proprio qui è avvenuto il mio primo incontro con Scicli, al tramonto, come ti ho raccontato all’inizio.
Ecco Google Maps con il punto d’arrivo già impostato.



La Chiesa di San Matteo è la più antica ed è situata sull’omonimo colle, dove una volta sorgeva il centro di Scicli. La chiesa fu ricostruita dopo il terremoto devastante del 1693 sui resti di un antico edificio religioso, probabilmente risalente al VI secolo d.c.. Intorno alla chiesa si scorgono i resti degli antichi castelli che in passato difesero la città dagli attacchi nemici.

scicli-panorama
Cosa vedere a Scicli: non perdere il panorama sulla città!

Sul vicino colle della Croce sorge un altro antico complesso. Il gruppo di edifici risale al 1500 ed è formato da un convento, un oratorio e la chiesa vera e propria che prende il nome di Santa Maria della Croce. Noterai subito lo stile diverso, ispirato all’architettura tardo gotica. Dal colle si gode una bella vista panoramica verso la città.

scicli-cosa-fare
Scicli, un locale del centro storico

Cosa vedere nei dintorni di Scicli

Se cerchi idee su cosa vedere nei dintorni di Scicli hai solo l’imbarazzo della scelta!
A breve distanza ci sono località davvero meravigliose. Modica e Ragusa, gioielli di architettura barocca, sono rispettivamente ad una distanza di 10 e 25 km. In circa un’ora puoi arrivare a Noto e Marzamemi, e con un quarto d’ora in più nella splendida Siracusa.

modica-cosa-vedere-belvedere
Cosa vedere a Scicli e dintorni: Modica, dista circa 10 km

Cosa vedere vicino a Scicli: mare e spiagge

Il comune di Scicli ha un’area costiera che si estende per circa 20 km, ecco quali sono le località di mare e le spiagge più vicine.

Sampieri è un borgo di pescatori con lunghe spiagge di sabbia dorata, fondale che degrada dolcemente e dune protette dalla macchia mediterranea. Qui è stata istituita l’area protetta di Costa Carro, una zona incontaminata per amanti della tranquillità.

A Sampieri, in contrada Pisciotto, vi sono i resti della Fornace Penna, una fabbrica di mattoni dell’inizio del secolo scorso. La fornace fu costruita sugli scogli per facilitare le operazioni di carico e cessò di funzionare in seguito ad un incendio. Oggi rimangono solo le pareti esterne mentre i tetti sono andati distrutti. E’ un monumento affascinante di archeologia industriale e compare nella fiction “ ll commissario Montalbano”.

modica-mare
Mare vicino a Scicli

La zona di Cava D’Aliga è formata per lo più da costa rocciosa, interrotta solo a tratti da piccole spiaggette. L’erosione delle onde del mare ha formato cavità e grotte, la più conosciuta è la “Grotta dei Contrabbandieri”.

Donnalucata è la frazione più grande e più vivace, ha spiagge di sabbia fine e acqua trasparente. E’ rinomata per l’ottimo pesce fresco che ogni giorno i pescatori portano al mercato. In paese vi sono vari locali dove poterlo gustare.

Il lungomare e il porto di Donnalucata compaiono spesso nella serie TV “Il commissario Montalbano” come parte di Vigata o Marinella, luoghi ove passeggia il commissario con vista mare.

A questo punto aggiungo un’altra curiosità, anche se geograficamente dobbiamo uscire dall’area di Scicli ed entrare in un altro Comune. La casa di Montalbano, con la splendida vista mare, si trova in località Punta Secca, una frazione del comune di Santa Croce Camerina, e dista circa 30 minuti da Scicli. Nella realtà la casa di Montalbano è un bed and breakfast dove è possibile pernottare.

L’ultima località sul mare nel territorio di Scicli è Playa Grande, una zona con spiagge sabbiose e dorate, mare limpido e macchia mediterranea.

scicli-mare
Sampieri, barche di pescatori a riva

Come arrivare a Scicli, Sicilia

Il mezzo più comodo per arrivare a Scicli e per visitare la zona è l’automobile che puoi noleggiare direttamente in aeroporto.

Gli aeroporti più vicini sono Comiso Pio La Torre e Catania Fontanarossa che distano rispettivamente circa 47 km e 140 km.

Se non hai l’auto a disposizione puoi raggiungere Scicli sia con il treno (www.trenitalia.it) che con i bus dell’Azienda Siciliana Trasporti (sul sito trivi tutte le tratte e gli orari aggiornati in tempo reale). In genere gli autobus sono più veloci rispetto al treno. Scicli è collegata a numerose città della Sicilia.

Dove parcheggiare a Scicli

Non ho avuto problemi per parcheggiare a Scicli, ho trovato posto lungo una via poco lontano dal centro storico e da piazza Busacca.
Ci sono vari parcheggi a Scicli tra cui quelli in Piazza Italia e in via del Tagliamento.

Dove dormire a Scicli

Se cerchi informazioni su dove dormire a Scicli ti anticipo che nel centro storico avrai varie scelte, dall’albergo diffuso all’ appartamento, dal bed&breakfast a boutique hotel nati da sapienti ristrutturazioni.
Oppure puoi dormire fuori città, nella quiete della campagna, come ho fatto io. Ho scelto un agriturismo con piscina nei pressi di Modica, ottimo punto per visitare tutta la zona e qui ho raccontato la mia esperienza.

Ora non mi resta che augurarti buon viaggio a Scicli e in tutta la Sicilia sud-orientale!
Se l’articolo ti è stato utile condividilo e aiuta i tuoi amici a scoprire la bellezza di questa zona.
Per altre info di viaggio, curiosità o semplicemente per guardare qualche foto seguimi su Facebook e Instagram. Ti aspetto!

Potrebbero interessarti:

Post suggeriti

4 commenti

Valentina 3 Gennaio 2021 - 12:03

Ciao Rita, innanzitutto approfitto di questo commento per augurati un felice 2021! Speriamo che sia un anno ricco di gioia, di salute e anche di viaggi, così continuiamo ad arricchire di contenuti i nostri blog!!!
Poi ti faccio i miei complimenti per questo tuo blogpost, molto esaustivo! Non avevo mai sentito parlare di Scicli, che sembra proprio un gioiellino. Conosco pochissimo la Sicilia e mi piacerebbe riuscire quest’estate a scoprirla un po’ di più. Grazie per queste tue info di viaggio 🙂

Rispondi
Rita F. 3 Gennaio 2021 - 17:21

Ciao Valentina, grazie mille del pensiero e contraccambio di cuore!!
Scicli forse è conosciuto meno di altre località vicine ma è un vero gioiellino. Anche solo il panorama serale è stato indimenticabile! Ti auguro di visitare queste zone al più presto, sono sicura che ti piaceranno 🙂

Rispondi
Domenica 7 Gennaio 2021 - 13:39

Un luogo poco conosciuto, ma magico, come lo può essere tutta la Sicilia, e non vedo l’ora di tornare al Sud, al mare e tra i Borghi!

Un abbraccio e anche da qui, buon 2021!

Mimì

Rispondi
Rita F. 7 Gennaio 2021 - 23:00

Forse una cittadina meno conosciuta rispetto alla sue vicine, ma davvero affascinante. Da inserire in lista per chi organizza un viaggio in queste splendide zone della Sicilia!
Buon 2021 a te e un super abbraccio!

Rispondi

Lascia un commento