Home Europa Strasburgo: cosa vedere in un giorno (o due) nella capitale dell’Alsazia. Guida completa

Strasburgo: cosa vedere in un giorno (o due) nella capitale dell’Alsazia. Guida completa

da Rita F.
8 commenti
strasburgo-cosa-vedere

Strasburgo è una delle città più sorprendenti di Francia, la porta d’accesso all’Alsazia, regione di colline e vigneti, villaggi da fiaba e castelli.

Strasburgo è una città vivace, ricca di architettura e musei, dove si fondono anima francese e tedesca, romantiche case a graticcio e palazzi moderni.

In questo articolo scoprirai cosa vedere a Strasburgo, le tappe principali per organizzare un itinerario a piedi, di un giorno o due, tra monumenti e quartieri pittoreschi.

Ma ci sarà anche di più. Ti porterò a visitare una Strasburgo meno turistica e molto particolare: scenderemo nei sotterranei dell’Ospedale Civile alla ricerca di un tesoro nascosto.

E poi ancora troverai informazioni su dove si trova Strasburgo, come arrivare, cosa vedere nei dintorni.

Se invece stai cercando cosa vedere e fare a Colmar leggi qui.

INDICE

strasburgo-fiume
Strasburgo, Francia: vista lungo il fiume

Strasburgo, Francia: dove si trova

Strasburgo si trova nel nord-est della Francia e sorge proprio sul confine con la Germania, confine che qui è segnato dal fiume Reno.

Dal punto di vista amministrativo, Strasburgo è il capoluogo del Grande Est e del dipartimento del Basso Reno.

Strasburgo, che ha circa 280.000 abitanti, è la capitale economica ed il maggior centro dell’Alsazia.
L’Alsazia oggi non è più una regione amministrativa autonoma ma rimane un’area storico-culturale ben definita, diversa dal resto del Paese. E’ sempre stata una terra contesa tra Francia e Germania e nel corso dei secoli si sono fuse tradizioni e usanze dei due stati limitrofi.
A Strasburgo, anche in una visita di un giorno, potrai notare il forte influsso della cultura tedesca.

Strasburgo: il fiume e la Grande Île Patrimonio Unesco

Lo sai che Strasburgo si trova su un’isola?

La zona di Strasburgo è attraversata dal fiume Ill che, nei pressi della città, si dirama in numerosi canali più piccoli. Questi corsi d’acqua hanno creato una vera e propria isola chiamata “Grande Île”, Grande Isola, su cui si è sviluppato il centro storico.

La Grande Île di Strasburgo è stata dichiarata nel 1988 dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.
E’ la zona più caratteristica, dove batte il cuore e vive la storia. Qui incontrerai la splendida cattedrale gotica, eleganti palazzi, romantiche case a graticcio e il pittoresco quartiere della Petite France, che ricorda Venezia.

E proprio dalla Grande Île ti consiglio di cominciare la visita alla città.



Come muoversi a Strasburgo

Il centro storico, la Grande Île, non è immenso, e le distanze si possono percorrere a piedi, il modo migliore per scorgere nuovi angoli e vedute affascinanti.

strasburgo-città
Strasburgo cosa vedere: le case a graticcio


Strasburgo: cosa vedere, cosa fare e cosa visitare nel centro storico


La cattedrale di Strasburgo – Cathédrale Notre Dame de Strasbourg

La Cattedrale Notre Dame di Strasburgo è il simbolo della città ed è un capolavoro di architettura gotica; si trova sulla Grande Île in Place de la Cathédrale.

cattedrale-di-strasburgo
Cattedrale Notre Dame di Strasburgo

E’immensa, imponente, ti costringerà a rimanere per parecchio tempo con il naso all’insù: le sue guglie si innalzano al cielo per 142 metri e per molto tempo è stata l’edificio più alto del mondo cristiano!

I lavori iniziarono poco dopo l’anno mille e terminarono nel 1439: è tra le cattedrali gotiche più antiche.

La cattedrale è costruita in arenaria rosa che arriva dai vicini monti Vosgi, è impreziosita da un grande rosone di 14 metri di diametro, centinaia di statue e affusolate ed eleganti guglie.
Ha solo una torre campanaria, particolarità che la distingue da tante altre cattedrali gotiche (che ne hanno due).

L’ingresso alla cattedrale di Strasburgo è gratuito.

strasburgo-cattedrale
La cattedrale di Strasburgo, Francia

All’interno la luce penetra da altissime vetrate, alcune molto antiche risalgono al XIII secolo. Un grande organo si trova al termine della navata centrale.

Ma l’elemento che più di ogni altro richiama l’attenzione, e che da solo vale la visita, è l’orologio astronomico.

L’orologio astronomico risale al XVI secolo e il meccanismo che attualmente lo muove è del 1842.
E’ un capolavoro di orologeria a cui hanno contribuito pittori, scultori, ingegneri e matematici.

L’orologio è formato da una cassa alta 18 metri posta su una base alta altri 4 metri, è decorato con pitture e statue che si spostano seguendo precisi movimenti.

Tutti i giorni alle 12.30, dopo la suoneria, si animano i personaggi. Gli apostoli sfilano davanti a Cristo. Le diverse fasi della vita, rappresentate da un bambino, un giovane, un adulto e un vecchio, passano davanti alla morte con la falce in mano.

Ti consiglio di organizzare l’itinerario a Strasburgo per trovarti, all’ora esatta, all’interno della cattedrale.

L’orologio è dotato di un calendario perpetuo che segna mesi e giorni con i rispettivi Santi e Feste.
Un’altra caratteristica è la riproduzione dei movimenti della volta stellata intorno alla Terra, che rimane immobile, secondo le conoscenze astronomiche dei tempi di costruzione dell’orologio.

strasburgo-orologio-astronomico
Cattedrale di Strasburgo: l’orologio astronomico

Sulla cattedrale di Strasburgo puoi anche salire.

L’accesso avviene dall’esterno, da Place du Chateau. I 330 gradini portano a 66 metri di altezza, sulla piattaforma dove si trova la casa dei custodi. La vista spazia sulla piazza, sui tetti e sui quartieri della città; nelle giornate più terse si scorgono i monti Vosgi e la Foresta Nera in Germania.

Per il costo del biglietto e gli orari di apertura ti consiglio di verificare il sito della Cattedrale di Strasburgo.


Maison Kammerzell

A pochi passai dalla cattedrale di Strasburgo, in Place de la Cathédrale n.16, si trova la Maison Kammerzell, un importante edificio di epoca rinascimentale e una delle case a graticcio più decorate della città.

La Maison Kammerzell ha un tetto molto spiovente, finestre con vetri a fondo di bottiglia e travi scolpite con scene profane.
Un tempo era dimora di mercanti, oggi ospita un ristorante famoso.

strasburgo-dove-si-trova
Strasburgo cosa vedere: maison Kammerzell

Palais Rohan

Vicino alla cattedrale, in Place du Chateau n. 16, si trova il Palais Rohan.
E’ un edificio in stile neoclassico che si ispira ai fasti delle dimore parigine. Completato nel 1742, è stato residenza della ricca famiglia Rohan, dinastia di principi e cardinali, municipio e palazzo imperiale.

Oggi è Palais Rohan è sede di tre musei:

  • Museo delle Belle Arti, che custodisce dipinti di importanti autori come Raffaello e Rembrant.
  • Museo Archeologico, che racconta attraverso i reperti storici la storia antica dell’Alsazia;
  • Museo delle Arti Decorative, che espone ceramiche, vecchi orologi, mobili e suppellettili.


A pochi passi dalla Cattedrale di Strasburgo e dal Palais Rohan si trovano altri due musei.


Museo di storia

Un bel palazzo raffinato, nonostante un tempo fosse adibito a macello, ospita il Museo di storia, in Rue du Vieux Marchè aux Poissons n. 2. Il Museo racconta Strasburgo dal medioevo ai giorni nostri attraverso reperti, suppellettili e uniformi.


Museo Alsaziano

Sul lato opposto del fiume, in Quai Saint Nicolas n. 23-25, il museo alsaziano propone una full immersion nell’Alsazia di un tempo. Il luogo giusto per conoscere arti popolari e tradizioni della regione.

visitare-strasburgo
Strasburgo

Cosa vedere a Strasburgo: la Petite France, la piccola Venezia


Io ho raggiunto la zona della Petite France dopo avere visitato la cattedrale, con una camminata a bordo fiume.

La Petite France è la zona più pittoresca e suggestiva di Strasburgo, una piccola Venezia.

Il fiume che attraversa la città qui forma una foce composta da cinque bracci. Nel quartiere della Petite France la vita scorre lungo i canali, tra passeggiate lungo i canali e ponticelli fioriti.

Tra i vicoli vedrai case a graticcio da fiaba con tetti spioventi e muri colorati. Un tempo era una vivace area commerciale, abitata da pescatori, conciatori e mugnai, oggi è il regno di pasticcerie, bistrot e negozi di prodotti locali.

Place Benjamin Zix è il luogo perfetto dove fermarsi ad ammirare le numerose case a graticcio costruite lungo le sponde dei canali. Qui le casette si specchiano nell’acqua e i riflessi moltiplicano la loro bellezza incantata.
Tra gli edifici più conosciuti la “Maison des Tanneurs”, fiorita dalla primavera all’autunno.

cosa-vedere-a-strasburgo
Cosa vedere a Strasburgo: la Petite France

A pochi passi dalla piazza arriverai al ponte Faisan, detto anche ponte girevole, per la sua capacità di ruotare e permettere ai battelli in navigazione di passare con facilità.

Dalla piazza inizia Rue du Bain-aux-Plantes, una strada di ciottoli dove sono concentrate case a graticcio con i muri bianchi. Su questi edifici le travi scure, disposte secondo le varie linee geometriche, risaltano ancora di più. Le case in passato erano abitate dai conciatori e le aperture sui tetti servivano per asciugare le pelli.

Dal quartiere della Petite France puoi proseguire lungo Quai de la Petite France fino a raggiungere i Ponti Coperti.

strasburgo-alsazia
Strasburgo: la Petite France


I Ponti Coperti


I tre ponti coperti e le imponenti torri medievali risalgono al XIII secolo e servivano per difendere la città.
I ponti sono stati successivamente coperti con tetti in legno per proteggere i soldati durante le battaglie. Oggi la copertura non c’è più ma il nome è rimasto e racconta la loro storia.

Oltre i ponti arriverai alla Diga Vauban, un ponte in arenaria formato da 13 arcate e lungo 120 metri.
E’ uno sbarramento progettato come ulteriore strumento di difesa, per inondare i terreni vicini alla città e bloccare le truppe nemiche nel fango.
Sulla Diga Vauban c’è una terrazza panoramica con splendida vista sui ponti coperti e sulla città vecchia.
Il panorama è molto suggestivo di sera, tra luci e riflessi in acqua. La Diga Vauban è anche tappa dei tour in battello lungo il fiume.

Sul lato opposto del canale, al di fuori della Grande Ile, si trova il Museo delle Arti Moderne e Contemporanee, dove sono esposte opere di Monet e Picasso.

Cosa fare a Strasburgo: tour in battello lungo il fiume


Vuoi scoprire Strasburgo da una prospettiva diversa? Vivi l’esperienza a bordo di un battello tra i canali della città.

Il punto di partenza è presso Place du Marchè aux Poissons, davanti al palazzo Rohan, a soli 150 metri dalla cattedrale di Strasburgo. Qui si salpa per un tour lungo i canali della Grande Ile, tra i ponti della Petite France fino alla Diga Vauban.
La navigazione prosegue lungo il quartiere imperiale di Neustadt per arrivare al Parlamento europeo.

Puoi scegliere tra diversi circuiti, il più completo dura circa 70 minuti.
I biglietti si acquistano presso la biglietteria fisica in Place de la Cathedrale, alle biglietterie automatiche sia in piazza che all’imbarcadero oppure sul web. Per costi e maggiori informazioni puoi consultare il sito Batorama.

strasburgo-petite-france
Strasburgo: case che si specchiano nel fiume

Place Kleber: la piazza più grande del centro storico di Strasburgo


Place Kleber è la piazza più grande del centro storico di Strasburgo.

Place Kleber dista 450 metri dalla cattedrale e si raggiunge a piedi in pochi minuti.
Sulla piazza si trova una grande fontana e si affacciano le tipiche case a graticcio dell’Alsazia.

L’edificio più imponente, che occupa un intero lato, è l’Aubette 1928, un palazzo in stile neoclassico che risale al XVIII. Oggi è stato ristrutturato e ospita un centro commerciale e un complesso ricreativo con varie sale, caffè e mostre d’arte.

Prima di arrivare in Place Kleber, a circa 200 metro dalla Cattedrale, si incontra Piazza Gutenberg.

strasburgo-place-kleber


Place Gutenberg


La piazza, con al centro la statua, è dedicata a Johanness Gutenberg, l’inventore dei caratteri mobili e della tecnica della stampa moderna. Il nuovo metodo favorì la diffusione dei libri tra le persone.
Gutenberg visse a Strasburgo per circa 20 anni, durante il XV secolo.

Sulla piazza si affacciano il palazzo Neuer Bau, che risale al XVI secolo e ospita la Camera di Commercio, caffè e bistrot.

strasburgo-fiume-ill
Strasburgo, vista lungo il fiume

Cosa vedere e fare a Strasburgo di originale e non turistico?
Visitare la Cantina dell’Ospedale Civile


Segnati subito questo indirizzo perché, anche in città, pochi ne sono a conoscenza: Cave Historique des Hospices de Strasbourg, presso l’Ospedale Civile, Place de l’Hopital n. 1, a circa 1 km dalla Cattedrale, all’esterno della Grande Ile.

I seminterrati dell’Ospedale Civile di Strasburgo nascondono un segreto: la più antica cantina d’invecchiamento della città, dove riposano botti colme di vini pregiati.

La storia dell’Ospedale e della cantina sono legate da secoli: i malati pagavano le cure con i prodotti dei loro vigneti e l’ospedale curava i pazienti somministrando il vino, con modalità differenti in base alle patologie.

Una botte risale al 1472 e contiene ancora il vino più antico del mondo.

Oggi il vino non è più usato a scopo terapeutico ma la cantina mantiene la sua funzione di invecchiamento.
Qui puoi fare degustazioni e acquistare bottiglie uniche. Io non ho saputo resistere ad un vino conservato in una cantina così particolare!


Per gli orari di apertura ti lascio il sito della cantina Cave Historique des Hospices.

strasburgo-cantina
Strasburgo: botti nella cantina dell’Ospedale

Cosa vedere a Strasburgo oltre la Grande Île e il centro storico

Parc de l’Orangerie

Il parco de l’Orangerie è il più grande parco della città, perfetto per una rilassante camminata tra i viali alberati o per un pic nic sul prato.
All’interno del parco si trovano oltre tremila piante di diverse varietà, un grande lago, fontane, gazebo e sculture.

Neustadt, il quartiere tedesco Patrimonio Unesco

Neustadt è un distretto costruito dalle autorità tedesche, quando Strasburgo era capitale dell’Impero di Alsazia e Lorena, tra la fine del XIX sec e inizio del XX.
Il quartiere è formato da larghi viali alberati e grandi piazze, doveva essere una testimonianza della potenza prussiana.
Place de la Republique è il punto che congiunge la Grande Ile a Neustadt.

Visitare Il Parlamento Europeo e il quartiere Europeo

A Strasburgo si trovano il Parlamento europeo, il Consiglio d’Europa e la Corte Europea dei diritti dell’uomo: è qui che vengono prese alcune delle decisioni più importanti che riguardano l’Unione Europea.

Il Parlamento Europeo è un moderno e immenso palazzo di vetro, metallo e legno. E’ formato da una grande torre e da una struttura più bassa che sembra la prua di una nave che fende le onde. Il Parlamento è proprio sulla riva del fiume Ill.
Al suo interno ci sono oltre 1000 uffici e un emiciclo con più di 800 posti, dove si riuniscono i parlamentari.

Il Parlamento Europeo si trova a Strasburgo, a circa 2,5 km dalla Cattedrale in All. Du Printemps.
Il quartiere europeo è una tappa dei tour in barca che navigano lungo il fiume ill.

Per visitare il Parlamento Europeo e per gli orari puoi consultare il sito diretto.

Cose da vedere a Strasburgo: I Mercatini di Natale

Strasburgo è anche chiamata capitale del Natale, e puoi immaginarti il perché!

Durante le Feste luci scintillanti e addobbi fiabeschi avvolgono la città in un’atmosfera incantata.
Il mercatino di Natale di Strasburgo è il più grande dell’Alsazia, risale al 1570 ed è il più antico di Francia e tra i più antichi d’Europa.

La città è magia pura: alberi e decorazioni di Natale ovunque (il più grande in Piazza Kleber supera i 30 metri), orsacchiotti di peluche che fanno capolino da finestre e balconi, musiche e canti natalizi che riempiono di gioia le strade della città. L’aria profuma di cannella, spezie e vin brulè.

In città arrivano più di 300 chalet di legno, resi ancora più belli da lucine e festoni, dove acquistare regali originali, prodotti di artigianato locale, addobbi per casa e albero. Le casette dei mercatini sono anche il posto giusto per assaggiare specialità come pretzel, salsicce, crepes e bredeles, i tipici biscottini del Natale in Alsazia.

I mercatini di Natale di Strasburgo si animano in tanti punti della città tra cui Place de la Cathédrale (il mercatino più grande), Place Broglie, Place Benjamin Zix e Place Kleber.

Cosa vedere a Strasburgo e dintorni

Se ti stai chiedendo cosa vedere vicino a Strasburgo, sappi che in Alsazia ci sono borghi favolosi che ti sorprenderanno, avrai solo l’imbarazzo di quale visitare!

A mezz’ora d’auto ci sono i villaggi di Obernai, Rosheim e Mittelbergheim.

In un viaggio in Alsazia tappa d’obbligo è Colmar, a circa 70 km a sud di Strasburgo, cittadina che sembra uscita da un libro di favole. Qui trovi la mia guida su cosa vedere a Colmar, un itinerario a piedi tra le case a graticcio più belle (tutte da fotografare!) e i monumenti storici.

colmar-città

Nei dintorni di Colmar ti suggerisco i paesi di Riquewihr, Ribeauvillé, Kaysesberg e Eguisheim
E poi aggiungo Bergheim, borgo splendido e poco conosciuto.

Se varchi il confine con la Germania, a circa 40 minuti d’auto da Strasburgo, incontri il paese di Gengenbach che, per me, è stato proprio una bella sorpresa!

gengenbach-germania
Cosa vedere vicino a Strasburgo: Gengenbach in Germania

Come arrivare a Strasburgo Francia in auto, aereo, treno e bus dall’Italia


Raggiungere Strasburgo in auto

L’auto è il mezzo migliore per arrivare. Non ti servirà per vedere il centro di Strasburgo ma sarà perfetta per muoverti in autonomia e visitare i borghi dell’Alsazia, e magari per aggiungere qualche tappa in Germania.

Qualche esempio di distanza tra Strasburgo e alcune città italiane:

  • Milano – Strasburgo: 475 km per 5 ore e 30 minuti
  • Torino – Strasburgo: 550 km per 5 ore e 45 minuti
  • Venezia – Strasburgo: 730 km per 7 ore e 30 minuti
  • Roma – Strasburgo: 1050 km per 11 ore

Per arrivare a Strasburgo, che si trova in Francia, si attraversa la Svizzera e occorre acquistare la vignetta (in Svizzera non ci sono i caselli autostradali).
La vignetta è una tassa per veicoli e moto con un costo fisso annuale, è valida dal 1° dicembre dell’anno precedente a quello stampato sul contrassegno fino al 31 gennaio dell’anno successivo.
La vignetta costa 40 CHF, circa 37 euro, e si acquista presso la dogana, stazioni di servizio, uffici postali svizzeri e anche in alcune sedi ACI italiane e va apposta sulla parte interna del parabrezza.

Qui Google Maps per controllare il percorso migliore e la distanza. Ti basterà inserire il tuo punto di partenza.

Se la tua città di partenza è lontano, valuta di raggiungere Strasburgo in aereo.

Raggiungere Strasburgo in aereo, aeroporto più vicino

L’aeroporto di Strasburgo-Entzheim si trova a circa 15 minuti dal centro ed è collegato alla stazione della città da un treno-navetta.
Tuttavia è un aeroporto che non è ben servito dall’Italia, al momento non vi sono voli diretti.

Altri aeroporti vicino a Strasburgo sono:

  • aeroporto di Karlsruhe – Baden Baden, in Germania, 60 km per circa 1 ora.
  • aeroporto di Basilea – Mulhouse – Friburgo, 130 km per 1 ora e 20 minuti;
  • aeroporto di Stoccarda, in Germania, 150 km per 1 ora e 30 minuti

Gli aeroporti di Basilea–Mulhouse-Friburgo, Karlsruhe–Baden Baden e Stoccarda sono raggiunti dall’Italia anche con voli diretti dalle compagnie low cost Easy Jet, Ryanair e Wizz air.

Arrivare a Strasburgo in bus

Puoi raggiungere Strasburgo in Francia anche con un bus a lunga percorrenza come Flixbus. Il viaggio dura circa 8 ore da Milano.

Raggiungere Strasburgo in treno

La stazione ferroviaria di Strasburgo si trova in centro.
Per viaggiare treno fino a Strasburgo ti consiglio di controllare orari e costi del biglietto sul sito delle ferrovie francesi.
Da Milano il viaggio dura circa 6 ore e in genere occorre cambiare treno a Basilea.

La città è ben collegata con il resto della Francia anche con il treno alta velocità TGV.
Con il TGV da Parigi occorrono poco più di 2 ore.

Grazie di avere letto questo articolo, spero ti sia utile per organizzare il tuo viaggio a Strasburgo in Alsazia.

Se hai bisogno di altre informazioni o per chiacchierare di viaggi mi trovi qui: Instagram e Facebook

Ti aspetto!

Post suggeriti

8 commenti

My Travel Planner 2 Febbraio 2022 - 12:06

Come ti ho scritto sui social, sono letteralmente impazzita per le case graticcio! Farei questo viaggio anche solo per quelle!

Rispondi
Rita F. 4 Febbraio 2022 - 10:05

Anche a me piacciono da morire le case a graticcio, è un’architettura talmente particolare e originale che vale il viaggio davvero!

Rispondi
Libera 17 Giugno 2022 - 14:56

Io ci sono stata ad agosto e sono rimasta affascinata dai giochi di luci sulla facciata della Cattedrale. Uno spettacolo unico!

Rispondi
Rita F. 17 Giugno 2022 - 17:51

già la Cattedrale è splendida con qualsiasi luce, chissà durante lo spettacolo che meraviglia!

Rispondi
Greta 8 Luglio 2022 - 17:31

Avevo già voglia di visitare l’Alsazia, ora leggendo il tuo articolo mi è venuta voglia di partire subito!

Rispondi
Rita F. 10 Luglio 2022 - 19:42

Ciao Greta, l’Alsazia è stata una meravigliosa scoperta anche per me, oltre Colamr e Strasburgo, ci sono un’infinità di borghi minori che meritano davvero 🙂 Ti auguro di riuscire ad andare presto!

Rispondi
Barbara 30 Luglio 2022 - 12:23

Ciao!!!!
Mi consigli dove dormire a Strasburgo?
Grazie di cuore

Rispondi
Rita F. 30 Luglio 2022 - 13:17

Ciao Barbara, non ho dormito in centro a Strasburgo ma un po’ fuori, ad Obernai, altro borgo molto carino. Ho soggiornato a Le Parc Hotel Obernai & Yonaguni Spa. Se decidi per questo alloggio prova assolutamente la Spa, è qualcosa di unico.

Rispondi

Lascia un commento