Home ItaliaEmilia Romagna Scopri i murales di San Giovanni in Persiceto, una fattoria dipinta sui muri

Scopri i murales di San Giovanni in Persiceto, una fattoria dipinta sui muri

da Rita F.
0 commento
murales-san-giovanni-in-persiceto

Immagina verdure gigantesche, zucche che si arrampicano sui muri delle case, tacchini, polli, oche e uova immense che popolano un’allegra fattoria.

E no, non sto parlando di una favola o di un cartoon.

Tutto questo è realtà tra i murales della Piazzetta Betlemme a San Giovanni in Persiceto, vicino a Bologna.
Proprio nel centro del paese una piccola piazza è stata dipinta con murales molto originali che hanno subito creato un’atmosfera di magia.

Sei pronto a scoprire questi dipinti insoliti e fantasiosi?

Ti anticipo che, a San Giovanni in Persiceto, oltre ai murales, potrai passeggiare nel centro storico e imbatterti in una statua più unica che rara.
In città, poi, sta prendendo vita un progetto interessante che anch’io non vedo l’ora di visitare!
E se passi durante il perido di Carnevale, non perderti la sfilata dei carri, qui è festa grande e tradizione centenaria.

INDICE

murales-emilia-romagna
Piazzetta Betlemme, San Giovanni in Persiceto

Dove si trova San Giovanni in Persiceto, vicino a Bologna


Prima di parlare dei murales ti dico subito dove ci troviamo.

San Giovanni in Persiceto è una cittadina di 28.000 abitanti in provincia di Bologna.
La distanza da Bologna, così come da Modena, è di circa 27 km che si percorrono in mezz’ora di auto.

I murales di San Giovanni in Persiceto

La storia dei murales di San Giovanni in Persiceto in Piazza Betlemme


A San Giovanni in Persiceto, negli anni ’80, una piazzetta degradata e dimessa aveva bisogno di essere riqualificata.
Per questo motivo Piazzetta Betlemme fu scelta come luogo per una rassegna dedicata al cinema comico.
Venne poi chiamato l’artista Gino Pellegrini per valorizzarla e regalarle una nuova vita.

Gino Pellegrini è uno scenografo che ha lavorato ad Hollywood a famosi film come L’ammutinamento del Bounty, Mary Poppins, Il pianeta delle scimmie, 2001 Odissea nello spazio e tanti altri.

L’artista trasformò radicalmente Piazza Betlemme e vivaci muri dipinti hanno preso il posto di grigie facciate.
Nel tempo si sono succeduti vari murales, quelli attuali risalgono al 1996 e si ispirano ad una fantasiosa ed allegra vita di campagna della pianura padana.

borghi-emilia-romagna-san-giovanni
I murales decorano le porte


I Murales di Piazza Betlemme come sono oggi



Sui muri della piazza sono comparsi giganti caspi di insalata e cavolfiori, fiori con petali rosa, zucche che si arrampicano alle pareti, scarpe appese alle piante, panni che ondeggiano alle finestre. Questa stravagante fattoria è stata poi popolata con grandi figure di animali come maiali, rane panciute, galline e tacchini, oche e uova giganti!

E’ nato così, all’interno del paese, un piccolo mondo a sé stante, bucolico e felice, che aspetta di essere scoperto.
E’ divertente perdersi tra queste mura, i disegni sono così particolari che non saprai su quale soffermarti.
Ogni centimetro di parete merita di essere osservato con cura, perché compaiono sempre nuovi dettagli che stupiscono.

san-giovanni-in-persiceto-cosa-vedere
Murales: cavolfiori e zucche in Piazza Betlemme a San Giovanni in Persiceto
murales-bologna
Murales in Piazzetta Betlemme: sbocciano fiori e piante sui muri

I murales sono realizzati con la tecnica del Trompe l’oeil (che significa “inganna l’occhio”) un genere di pittura che genera l’illusione del reale e, anche attraverso giochi prospettici, di trovarsi tra oggetti tridimensionali. Tutto questo rende la scena ancora più vera e viva.
E proprio per questo gioco ottico Piazzetta Betlemme è stata anche definita come Piazzetta degli Inganni.

trompe-l-oeil
I murales realizzati con la tecnica del Trompe l’oeil
san-giovanni-in-persiceto-come-arrivare
Murales: animali in Piazza Betlemme
animali-murales
Murales in Piazzetta Betlemme

San Giovanni in Persiceto: cosa vedere oltre i murales

Visitare il centro storico di San Giovanni in Persiceto


Se sei arrivato a San Giovanni in Persiceto ti consiglio una passeggiata nel centro storico.

Le vie del paese sono disposte in modo concentrico intorno alla piazza maggiore e per questo San Giovanni in Persiceto è noto anche come “borgo rotondo”.
I punti di accesso principali al centro storico sono Porta Vittoria e Porta Garibaldi, collegate tra loro da Corso Italia, la via più importante.

Lungo Corso Italia si trova la piazza del Popolo, dove si affacciano il Palazzo del Comune e la Chiesa di San Giovanni Battista (detta anche Collegiata di San Giovanni Battista).

Corso Italia mi ha ricordato, ovviamente in piccolo, il centro storico di Bologna: le case con i muri di colore rosso e arancio, i portici ai lati della strada dove è sempre piacevole trovare riparo, le vecchie botteghe e le vetrine che si possono osservare con calma rimanendo al coperto.

portici-san-giovanni-in-persiceto-bologna
I portici di San Giovanni in Persiceto


Cosa vedere a San Giovanni in Persiceto: la Chiesa di San Giovanni Battista (detta anche Collegiata di San Giovanni Battista).


La Chiesa di San Giovanni Battista ha origini antichissime, forse intorno al 200 d.c,. ma con più sicurezza si può far risalire al IX o X secolo.
L’aspetto attuale però è molto più recente, la facciata neoclassica impreziosita con le statue degli evangelisti risale al XIX secolo.
Accanto alla chiesa svetta la Torre Civica che raggiunge i 48 metri di altezza. Nata come baluardo di difesa e avvistamento, nel tempo la torre ha cambiato la sua funzione, diventando un vero e proprio campanile.

chiesa-san-giovanni-in-persiceto
Chiesa di San Giovanni Battista


Cosa vedere a San Giovanni in Persiceto: Il Palazzo Comunale


Di fronte alla chiesa si trova il Palazzo del Comune. L’edifico è del XV secolo e successivamente è stato più volte modificato. All’interno vi è un imponente scalone che conduce ai piani superiori e la facciata sulla piazza è arricchita da un ampio porticato.
Il Palazzo ospita sia gli uffici comunali che il Teatro Comunale.

Cosa vedere a San Giovanni in Persiceto: la statua di Re Gino

Proprio davanti al palazzo troverai un’opera molto originale, la statua di Re Gino, un monumento in onore di un gatto!

Ma chi era gatto Gino?
Il gatto era una vera personalità e una mascotte per gli abitanti di San Giovanni in Persiceto.
Era un gattone bianco e rosso coccolato da tutti, entrava nei negozi, in farmacia, nei bar e ristoranti e aveva il permesso di accedere anche alle poltrone di velluto rosso del Palazzo del Comune.
Re Gino era il volto (o meglio il muso) di calendari che finanziavano attività a tutela dei suoi simili e aveva una pagina Facebook con più di 10000 iscritti. Purtroppo è morto investito da un’auto e in suo ricordo la città gli ha dedicato questa originalissima statua.

gatto-san-giovanni-in-persiceto
La statua dedicata a Gatto Gino

Il Carnevale di San Giovanni in Persiceto: una tradizione centenaria


Tra gli eventi più importanti che si svolgono a San Giovanni in Persiceto c’è il Carnevale storico persicetano, una tradizione che dura da 145 anni!
E’ una manifestazione radicata nella storia del paese che appassiona e infervora gli animi degli abitanti e richiama anche tanti visitatori per la grandezza e l’originalità dei carri. E sì, ci sono stata anch’io!

Durante il periodo di Carnevale sfilano giganteschi carri allegorici dietro ai quali si nasconde un intenso lavoro di mesi e mesi.
Piazza del Popolo è il centro dell’evento, qui viene allestita la tribuna per spettatori e giuria e diventa un vero e proprio teatro.

La sosta dei carri in Piazza è il momento centrale del Carnevale: in quindici minuti ogni carro racconta la propria storia, svela la propria allegoria e i segreti che nasconde.
Il racconto avviene attraverso le arti della recitazione, della pittura e della scultura, utilizzando le rappresentazioni presenti sui carri e i loro movimenti.
Dopo la presentazione i giurati assegnano un punteggio che sarà svelato solo la domenica successiva, quando ogni carro conoscerà il voto ricevuto e verrà decretato il vincitore.

san-giovanni-in-persiceto
Una porta di accesso al centro storico

Cosa vedere a San Giovanni in Persiceto in futuro: il Parco archeologico che ricostruisce un Villaggio Medievale.


Ho letto da poco una interessante notizia che mi ha incuriosita e mi ha già catapultata (stavolta con l’immaginazione!) alla scoperta di un villaggio medievale.

Andiamo per ordine, ecco cosa è successo (e cosa succederà).

A San Giovanni in Persiceto sta prendendo vita il progetto per realizzare un Parco Archeologico che ricostruisce, a grandezza naturale, un tipico villaggio dell’anno Mille.
Sarà ricreato un borgo medioevale, delimitato da un fossato, con abitazioni e botteghe arredate da suppellettili dell’epoca per fare rivivere la vita quotidiana, i mestieri e la preparazione dei cibi di una volta.
Il parco archeologico mostrerà come si viveva in queste zone e lo farà basandosi sui reperti ritrovati negli scavi della vicina località di Crocetta, a Sant’Agata Bolognese.

Adesso non mi resta che augurare Buon lavoro a chi dovrà realizzare questa grande opera!

san-giovanni-in-persiceto-murales
I murales di San Giovanni in Persiceto, Bologna

Come arrivare a San Giovanni in Persiceto e dove parcheggiare, informazioni utili

Puoi raggiungere San Giovanni in Persiceto sia in auto che con i mezzi pubblici, treno e autobus.


Arrivare a San Giovanni in Persiceto in auto


Da Bologna si arriva a San Giovanni in Persiceto in auto in circa 30 minuti.
Vi sono varie possibilità, se parti dal centro storico la via più veloce è seguire la SP 568.

Se invece parti da un’altra località in provincia la strada SP3/Trasversale di Pianura potrebbe essere la soluzione più scorrevole.

Da Modena il viaggio più veloce è lungo la strada 255 e dura circa mezz’ora.

Se arrivi da Ferrara il tempo aumenta a tre quarti d’ora lungo l’autostrada (uscita Bologna Interporto) e qualche minuto in più lungo la strada senza pedaggio SP255.

Qui Google Maps dove ho già inserito San Giovanni in Persiceto come destinazione finale, ti occorrerà solo indicare la tua località di partenza e scegliere la via più veloce.


Raggiungere San Giovanni in Persiceto in treno


San Giovanni in Persiceto si trova sulla linea ferroviaria che porta al Brennero ed è ben collegata a Bologna e Verona con treni diretti.
Da Bologna il viaggio dura meno di 20 minuti.
Una volta arrivato in stazione puoi raggiungere il centro del paese con una breve camminata.

Per gli orari dei treni puoi verificare direttamente sul sito www.trenitalia.it.


Arrivare a San Giovanni in Persiceto con il bus


Puoi raggiungere San Giovanni in Persiceto con diverse linee di autobus extraurbani della Tper.
Da Bologna opera la linea 576 di Tper, mentre per Cento, Ferrara e Modena operano le linee 556 e 550/551/552.

Per ulteriori informazioni sugli orari e le tariffe si può consultare il sito www.tper.it e il Sito del Comune.

Dove parcheggiare a San Giovanni in Persiceto


Una volta arrivata a San Giovanni in Persiceto non ho avuto problemi a trovare parcheggio gratuito. Sempre sul Sito del Comune, indicato sopra, trovi la mappa con i parcheggi principali.

Li conoscevi già questi murales?

Buona gita a San Giovanni in Persiceto!

Rimaniamo in contatto? Per chiacchiarare di viaggi mi trovi qui: Facebook e Instagram

Ti aspetto!

Potrebbe interessarti:

Post suggeriti

Lascia un commento