Home Italia Lago Fiorenza, lago Chiaretto e sorgente del Po: favoloso trekking in Piemonte

Lago Fiorenza, lago Chiaretto e sorgente del Po: favoloso trekking in Piemonte

da Rita F.
0 commento
lago-fiorenza

Questo è un trekking alla scoperta di alcuni dei laghi più belli del Piemonte, che si snoda tra scenari grandiosi ai piedi del “Re di Pietra”, il Monviso, e prevede tre tappe:

  • la sorgente del Po,
  • il lago Fiorenza,
  • il lago Chiaretto.


E’ una passeggiata in montagna che ti consiglio perché incontrerai laghi dai colori incredibili, ti stupirai davanti al fiume più lungo d’Italia e, dovunque volgerai lo sguardo, vedrai un paesaggio mozzafiato.

Il percorso che conduce alla sorgente del Po, al lago Fiorenza e al lago Chiaretto non è difficile, è adatto a tutti colori che sono abituati a camminare.
Il giro descritto, tra andata e ritorno, dura circa 2 ore e 45 minuti.

Altre idee per le tue escursioni:

fiorenza-lago
Lago Fiorenza

Lago Fiorenza, lago Chiaretto e sorgente del Po: dove sono

Le sorgenti del fiume Po e l’inizio del trekking per il lago Fiorenza e il lago Chiaretto si trovano a Pian del Re, un verde altopiano a 2020 metri di altitudine in comune di Crissolo (CN), in Piemonte.

Le sorgenti del Po, il lago Fiorenza e il lago Chiaretto sono all’interno del Parco Nazionale del Monviso, una grande area naturale protetta che si estende intorno al Monviso e tra la Valle Po e Val Varaita.

Pian del Re: come arrivare al punto di partenza del trekking per la sorgente del Po, del lago Fiorenza e lago Chiaretto

Da Crissolo si prosegue fino a Pian della Regina/Pian Melzè e, se possibile, si sale ancora per 3 km fino a Pian del Re, dove si trova il parcheggio più vicino all’inizio del trekking.
Pian del Re si trova a 7 km da Crissolo.

La strada per Pian del Re è aperta nei mesi estivi, in genere da giugno a settembre, in base all’innevamento, e chiusa all’altezza di Pian della Regina in inverno, da ottobre a maggio.
Fino a Pian della Regina la strada è sempre aperta.

L’ultimo tratto di strada, da Pian della Regina a Pian del Re, è stretto: in caso di incrocio con altre vetture, lungo il percorso ci sono spiazzi e rientranze che permettono il passaggio.

pian-del-re
Pian del Re

Dove parcheggiare per il lago Fiorenza, lago Chiaretto e sorgente del Po

Il parcheggio più vicino alla sorgente del Po ed all’inizio del sentiero per il lago Fiorenza e il lago Chiaretto si trova a Pian del Re, in comune di Crissolo.

Il parcheggio di Pian del Re ospita circa 150 autovetture e costa 10 euro per auto, 5 euro per le moto.

Attenzione: non puoi pagare il parcheggio con bancomat o carte, ricordati di avere le banconote necessarie con te.

In estate, quando il parcheggio è al completo, la strada di accesso viene chiusa a Pian della Regina (altitudine 1727 metri slm).

Se non riesci a raggiungere Pian del Re in auto, hai due alternative: una navetta oppure un sentiero da percorre a piedi.

  • Utilizzare la navetta per Pian del Re
    Per raggiungere Pian del Re puoi utilizzare il servizio navetta (attivo da fine giugno a metà settembre circa) che collega Crissolo con Pian del Re.
    La navetta deve essere prenotata presso l’ufficio Turistico di Crissolo. Questi sono i numeri a cui telefonare: +39 371 4126266 nell’orario di apertura dell’ufficio (8.30-12.00 e 14.00-18.00).
    Qui puoi consultare e scaricare gli orari della navetta per Pian del Re per l’estate 2022.
  • Andare a piedi da Pian della Regina a Pian del Re
    Da Pian della Regina puoi raggiungere Pian del Re anche a piedi, in circa un’ora, percorrendo il sentiero sterrato che inizia dal piazzale.

Inizio del trekking, prima tappa: sorgente del Po

Pian del Re è un altopiano panoramico ai piedi di montagne gigantesche.

Dal parcheggio di Pian del Re segui il sentiero V13, una via sterrata che attraversa un prato verde e un ponte e, in 10 minuti di camminata, arriverai alla sorgente del Po.

sorgente-del-po
Nei pressi di Pian del Re

Non crederai ai tuoi occhi: quell’immenso fiume lungo 652 km, che magari hai visto colmo d’acqua torbida e scura, alla nascita non è altro che un ruscello cristallino di montagna!

Tra due massi si trova una fessura da cui sgorga l’acqua, da qui il Po inizia il suo lungo cammino verso la valle, attraversa l’Italia fino a sfociare nel mare.

Non puoi sbagliarti nell’individuare il punto esatto della sorgente, è indicato da una scritta su un masso che recita “Qui nasce il Po”.

sorgenti-del-po
la sorgente del Po
sorgente-po
il fiume Po nei suoi primi metri


Pian del Re è considerato il luogo ufficiale della sorgente del Po, tuttavia è probabile che il fiume nasca più in alto, tra i crepacci e i ghiacciai del Monviso.

Bene, dopo la foto ricordo, è arrivato il momento di iniziare l’escursione vera e propria.

sorgenti-po
sorgente del Po

Lago Fiorenza, il sentiero per il lago dove si specchia il Monviso

Superata la sorgente del Po inizia il percorso verso il lago Fiorenza, seconda tappa dell’escursione.

Il sentiero per arrivare al lago Fiorenza si percorre in circa 20 minuti, è breve ma sempre in salita, tra pietre e sassi. La passeggiata è allietata dallo sciabordio di un ruscello che per un tratto segue il percorso.

Al termine della salita, in un meraviglioso pianoro ai piedi dei grandi massicci, ad un’altitudine di 2133 metri, compare il Lago Fiorenza.

lago-fiorenza-monviso
Lago Fiorenza

Il lago Fiorenza è un lago glaciale, è alimentato dallo scioglimento della neve e dai ruscelli vicini, è profondo circa 15 metri e abitato da numerosi pesci.

L’acqua del lago Fiorenza ha un colore verde smeraldo brillante e intenso, è lo specchio naturale per le cime del Monviso e del Visolotto.

Ho raggiunto la sponda del lago per ammirare trasparenze e sfumature. L’acqua non era increspata e non c’era vento, le condizioni ideali per osservare i riflessi delle vette circostanti. Ho anche controllato la temperatura del lago, era gelido!

lago-fiorenza-piemonte
Lago Fiorenza

In prossimità del lago aguzza la vista, potresti scorgere un animaletto che qui ha trovato il suo habitat ideale: la rarissima salamandra nera.

Adesso è il momento di lasciare questo splendido e rilassante specchio d’acqua e partire verso la terza meta: il lago Chiaretto.

Lago Chiaretto, terza tappa dall’azzurro incredibile

Il sentiero sale e, passo dopo passo, il lago Fiorenza si allontana fino a scomparire.

trekking-piemonte-monviso
verso il lago Chiaretto

Tra i prati compaiono vivaci macchie di colore: dal giallo dei ranuncoli al rosa intenso dei rododendri, fino al blu e al viola di genziane e violette.

Dal lago Fiorenza per raggiungere il lago Chiaretto occorre circa un’ora.

Il cammino prosegue con alcuni tratti in salita, alcuni più ripidi tra i massi, fino ad arrivare ad una conca: sul fondo compare l’azzurro incredibilmente intenso del lago Chiaretto. Da qui si scende lungo il prato per alcuni minuti fino a raggiungere la riva.

lago-chiaretto-piemonte
Lago Chiaretto


Sono a metà percorso, è arrivato il momento di fare una sosta e mangiare un panino contemplando questi colori straordinari.

Il silenzio è rotto improvvisamente dal fragore di massi che rotolano in lontananza: pare che sia un fenomeno abbastanza frequente su questo lato del Monviso, non c’è da allarmarsi.

Ti stai chiedendo se il colore del lago è davvero così azzurro come appare nelle foto?
Sì, è così anche nella realtà. Il particolare colore del lago Chiaretto deriva da un minerale disciolto in acqua che si trova nelle “pietre verdi” dell’area del Monviso. Nel 1989 una frana di rocce e ghiaccio è caduta nel lago e ha contribuito a creare questo fenomeno.

lago-chiaretto
Lago Chiaretto


Il lago Chiaretto si trova ad un’altitudine di 2261 metri.

lago-chiaretto-monviso
Lago Chiaretto

Ora è il momento di iniziare la via del ritorno verso Pian del Re, dove è parcheggiata l’auto.

L’escursione al lago Fiorenza e al lago Chiaretto non è l’unica che parte da Pian del Re, da qui iniziano numerosi sentieri verso rifugi in quota e il giro dei laghi del Monviso.

pian-del-re-sentieri
Pian del Re

Se farai l’escursione al lago Fiorenza, lago Chiaretto e sorgente del Po, fammi sapere le tue impressioni!

Grazie di avere letto questo articolo, se ti è piaciuto condividilo e aiuta i tuoi amici a scoprire le bellezze della montagna.

Per altre info di viaggio, curiosità o per fare due chiacchiere seguimi su Facebook e Instagram. Ti aspetto!

Potrebbero interessarti:

Post suggeriti

Lascia un commento