Home Italia Rifugio delle Odle – l’escursione più bella della Val di Funes

Rifugio delle Odle – l’escursione più bella della Val di Funes

da Rita F.
6 commenti
Rifugio-delle-Odle

Sei alla ricerca di percorsi trekking in Trentino Alto Adige? Ho un’ottima notizia: ti trovi nel posto giusto.

Se cerchi una passeggiata tra i boschi che culmini con un panorama da togliere il fiato, ma proprio di quelli da rimanere davvero senza parole, l’escursione al Rifugio delle Odle (Geisleralm, in tedesco) è quella che fa per te.

Ti regalerai uno degli spettacoli più pittoreschi che le Dolomiti possano offrire.

E una volta in vetta c’è una sorpresa in più: un cinema molto originale.

In questo articolo troverai le informazioni dettagliate per arrivare al Rifugio delle Odle, l’indicazione dei sentieri da percorrere e cosa fare raggiunta la meta.

Buona camminata!

Per scoprire anche altre escursioni facili con panorami da favola in Trentino Alto Adige non perderti questo articolo.

INDICE

Rifugio-delle-Odle-mucca-pascolo
mucca al pascolo nei prati ai piedi delle Odle

Dove si trova il Rifugio delle Odle

Il Rifugio è all’interno del parco naturale Puez Odle.

Il parco si trova in provincia di Bolzano, immerso nelle Dolomiti, tra la Val Gardena, la Val di Funes e la Val Badia. Il nome deriva dai principali massici montuosi che lo formano, il gruppo Puez ed il gruppo delle Odle.

Il parco è zona naturalistica protetta dal 1978 ed è una meta ambita da alpinisti e da chi si dedica a più semplici passeggiate escursionistiche.

E’ una zona interessante sia dal punto di vista geologico, qui si trovano tutte le rocce tipiche dell’area dolomitica, sia per la varietà dei paesaggi, si spazia da fitti boschi a pascoli fino a ripide pareti che superano i 3000 metri di altezza, e tutto in un ambito relativamente ristretto.

Geisleralm
Il Rifugio delle Odle

Rifugio delle Odle: come arrivare

Il punto di partenza è il parcheggio presso Malga Zannes, in località Santa Magdalena (BZ) in Val di Funes. Il costo giornaliero è di 6 euro per l’auto e 12 euro per il camper.

Dall’autostrada A22 occorre uscire a Chiusa e seguire le indicazioni per Santa Magdalena – Val di Funes. Malga Zannes si trova circa sei chilometri dopo Santa Magdalena.

Qui Google Maps dove è già impostata la destinazione, ti basterà aggiungere il tuo punto di partenza per verificare il tragitto.

Dalla malga partono più itinerari per il Rifugio delle Odle e si possono anche combinare tra loro.

Io ho scelto di raggiungere il Rifugio delle Odle seguendo un percorso interamente nel bosco, indicato dal segnavia n. 36 (da non confondere con un altro sentiero che porta lo stesso numero ma che si snoda sulla strada forestale, da preferire se cerchi terreno meno accidentato).

La durata è stata di circa un’ora e venti minuti per tratta.

Dal parcheggio, dopo pochi passi in discesa, lungo la strada forestale indicata col n. 33, si gira a sinistra sul percorso n. 36 e si entra in un fitto bosco.

Trascorsi circa 40 minuti di camminata, a tratti su sentiero ed a tratti su scalinata formata dalle radici delle piante, gli abeti si aprono verso un prato verde.  Il silenzio scompare e prende il sopravvento il suono dei campanacci delle mucche al pascolo: questo è il segnale che sei arrivato alla malga Dusler.

Sorpassata la malga si entra nuovamente nel bosco, per altri 40 minuti e fino alla fine del percorso, quando compaiono i prati circostanti il Rifugio delle Odle.

La fatica è immediatamente ripagata dalla bellezza del luogo, davanti a te comparirà una splendida cartolina!

Il Rifugio delle Odle è a un’altitudine di 1996 metri.

Un’escursione molto rinomata è il percorso circolare lungo i sentieri n. 6, n. 35 e n. 28. Il sentiero n. 35 prende il nome di Adolf Munkel, conosciuto anche come “via delle Odle”, si snoda ai piedi delle montagne ed è annoverato tra i più belli delle Dolomiti.

Un altro itinerario molto conosciuto per arrivare al Rifugio delle Odle prevede i sentieri n. 6 (in direzione Ciancenon), poi n. 35 Adolf Munkel, infine n. 36 verso Geisleralm.

Val-di_Funes-sentieri-mappa-
Mappa dei sentieri che da Malga Zannes portano ai piedi delle Odle

Cosa fare al Rifugio delle Odle

Per prima cosa potrai godere della bellezza del luogo in cui sei appena arrivato! Il panorama è unico, sembra dipinto tanto è perfetto. Parole e immagini non rendono giustizia, bisogna vederlo.

Ma le sorprese non sono ancora finite: sulle pendici del monte sono a disposizione numerose chaise long formate da tronchi di legno per ammirare lo spettacolo circostante. Per questa particolare modalità di osservazione e per lo spettacolo favoloso, questo luogo è anche chiamato “cinema delle Odle”.

Che il film abbia inizio: comodamente seduto vedrai mucche che pascolano beate, nuvole bianche che corrono veloci e cime che pare vogliano toccare il cielo.

Cinema-delle-Odle
Il cinema delle Odle

Il Rifugio delle Odle è anche ristorante, con tavoli all’interno e sulla terrazza panoramica all’aperto. E’ sopra la media rispetto ai ristoranti di malga, propone piatti gourmet con prodotti homemade, un’ottima idea per una sosta e per assaggiare le specialità dell’Alto Adige.

In questo paradiso anche i bambini hanno il loro spazio dedicato, possono divertirsi in un’area molto curata e attrezzata con giochi in legno, come un trenino, una giostra con animali, un castello con scivoli.

Se vuoi proseguire il trekking, dopo avere raggiunto il Rifugio delle Odle, hai solo l’imbarazzo della scelta. Sono numerose le camminate che portano ad altre malghe e si avvicinano ai grandi massicci rocciosi.

Per informazioni sulle date di apertura, sulle specialità gastronomiche e per il contatto diretto verifica il sito del Rifugio delle Odle – Geisleralm.

Per altri trekking con panorami da favola leggi qui:

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo su Pinterest!

Post suggeriti

6 commenti

sandra 20 Luglio 2020 - 16:57

Bel itinerario e splendide immagini! Mi hai fatto venire voglia di prendere e partire 😉

Rispondi
Rita F. 20 Luglio 2020 - 22:54

Grazie! è un’escursione con panorami pazzeschi! Il gruppo delle Odle è anche molto fotogenico 😉 Se siete in zona sicuramente è da fare.

Rispondi
Valentina 21 Luglio 2020 - 15:11

Compliementi Rita per questo tuo blog! Mi piace davvero molto ed è già bello ricco di contenuti. Ho scoperto questo rifugio vedendo le tue bellissime foto di Instagram e spero di poterlo vedere con i miei occhi prima o poi… casomai questa estate

Rispondi
Rita F. 21 Luglio 2020 - 20:54

Ciao Valentina, grazie davvero! Il Rifugio delle Odle e tutta l’area circostante sono meravigliosi, con una gran varietà di camminate da potere fare, se hai occasione vai! E poi è una zona che si presta anche tanto alla fotografia 😉

Rispondi
Andrea 6 Agosto 2020 - 23:28

Buonasera il parcheggio malga Zannes è raggiungibile con un camper o la strada è stretta?

Rispondi
Rita F. 7 Agosto 2020 - 00:04

Salve Andrea, è una strada (asfaltata) non larghissima ma in cui transitano anche bus/navetta. A malga Zannes sostano anche i camper, non solo le auto. Buon viaggio tra queste montagne splendide!

Rispondi

Lascia un commento